Back to school: consigli di psicologia per facilitare il rientro a scuola

Iniziare l'anno scolastico e lasciarsi le vacanze alle spalle può essere difficile per i più piccoli, ecco allora alcuni consigli per aiutare i bambini ad affrontare nel modo giusto il primo giorno di scuola e a prepararsi ad un emozionante back to school.

Pubblicato da Laura De Rosa Venerdì 9 settembre 2016

back to school, inizio anno scolastico
Photo by Monkey Business Images/Shutterstock.com

Il back to school è ormai alle porte e dalla psicologia arrivano consigli utili per aiutare i bambini ad affrontare il rientro a scuola. Bisogna prepararli al rientro in modo graduale così che lo vivano in serenità, senza sentirsi stressati. Ma è altrettanto decisivo l’atteggiamento dei genitori che spesso sono i primi ad esser sotto stress quando si tratta di back to school. Ecco 7 suggerimenti che vi semplificheranno la vita.

1) Abituate i bambini al nuovo ritmo

rientro a scuola, come alzarsi presto la mattina

Photo by kwanchai.c/Shutterstock.com
Per facilitare il back to school è importante ritrovare un ritmo regolare nelle attività quotidiane. Se i bambini sono abituati a coricarsi e ad alzarsi dal letto quando vogliono, faranno fatica a cambiare orari. Alzarsi presto per andare a scuola diventa ancora più difficile se fino al giorno prima sono stati abituati a ritmi molto diversi.
Il primo consiglio per iniziare la scuola senza traumi è abituarli una settimana prima dell’inizio della scuola ad alzarsi presto. Dopo le vacanze sarà meglio ricominciare ad avere orari fissi: la cena possibilmente sul presto e a letto massimo verso le 22.30. Ma quanto deve dormire un bambino?
Secondo la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, i bambini tra dai 6 ai 10 anni dovrebbero riposare almeno 9-11 ore a notte, quelli tra gli 11 e i 13 anni, non meno di 8-9 ore.
La privazione del sonno può incidere sui risultati scolastici e avere effetti negativi sulla memoria, sulla capacità di concentrazione e sull’umore.
Ricordate poi che anche un sonno disturbato può avere ripercussioni sulla psicologia dei bambini e sul loro umore.  Telefono, videogiochi, tablet, computer o televisione prima di andare a letto andrebbero vietati, questi dispositivi possono provocare ansia e agitazione.

2) Abituateli ad una corretta alimentazione

rientro a scuola, alimentazione equilibrata

Photo by TijanaM/Shutterstock.com
Un back to school che si rispetti passa anche da una corretta alimentazione: una dieta varia e bilanciata è estremamente importante quando inizia l’anno scolastico. Durante le vacanze è facile commettere errori: gelati, pranzi in spiaggia e cene a tarda sera sono all’ordine del giorno.
Con l’inizio della scuola è bene che i più piccoli tornino a seguire una dieta equilibrata completa di tutti i nutrimenti e ad orari regolari.
La Società Italiana di Pediatria ricorda ai genitori l’importanza della prima colazione, fondamentale soprattutto con la ripresa della scuola e dello studio.
Il numero di pasti consigliato è di 5 al giorno: colazione, pranzo e cena più due merende leggere, una a metà mattino e una a metà pomeriggio.
I cibi confezionati e ricchi di conservanti non sono salutari, inoltre contengono grassi che possono ostacolare la digestione e provocare sonnolenza. Cercate di evitare panini con salame e creme spalmabili o merendine da supermercato, preferite invece yogurt con frutta, semi e frutta secca.

3) Non siate troppo severi

ritorno a scuola

I primi giorni di scuola sono un turbinio di emozioni,ascoltate i vostri figli e evitate di essere troppo severi. Se pensate che abbiano sbagliato qualcosa cercate di parlarne e indirizzarli sulla strada giusta con pazienza.
La scuola è sinonimo di novità ma anche di paura e ansia. Ci sono nuovi amici e maestri, nuove regole e sfide da affrontare che possono creare un senso di malumore in un bambino di 5-6 anni. Anche per il genitore inizia una nuova sfida nell’educare il figlio, insegnandogli un metodo di studio e controllando costantemente compiti e verifiche.
Lo studio è sicuramente fondamentale ma lasciate che i vostri figli si godano la prima settimana senza grandi preoccupazioni.
Se iniziano la prima elementare, cercate di tranquillizzarli raccontando tutti gli aspetti positivi delle nuova avventura. In questo modo non vedrà l’ora di conoscere tutti i suoi nuovi amichetti!
Le coccole sono indispensabili per un back to school positivo ma se il bambino tergiversa e trova mille scuse pur di non lasciarvi, adottate un tono deciso e incoraggiatelo in questa nuova avventura.

4) Ascoltate i vostri figli

rientro a scuola

Photo by Kinga/Shutterstock.com
Ascoltate i bambini e incoraggiateli a esprimere senza timore le loro emozioni, sia positive che negative. In prossimità del rientro a scuola è facile che si alternino stati d’animo contrastanti; se non vi parlano apertamente delle loro paure, state attente ai segnali di disagio. Angosce e ansie si presentano spesso con sintomi fisici come mal di testa e dolori addominali. Non sottovalutate questi indizi e se si preparano al primo giorno di scuola, accompagnateli qualche giorno prima a vedere l’edificio scolastico; le paure infatti sono legate al fatto che non si sa nulla della realtà che si dovrà affrontare.
I bambini più grandi che si preparano al back to school già conoscono la scuola e gli insegnanti; in questo caso è importante il dialogo, soprattutto se temete di non capire le loro emozioni. Spesso gli adolescenti tendono a chiudersi in se stessi se subiscono atti di bullismo o se si sentono incompresi.

5) Parlate in modo onesto della scuola

rientro a scuola, consigli per iniziare l'anno scolastico

Photo by Voyagerix/Shutterstock.com
Nascondere la verità ai bambini nel tentativo di indurli a fare ciò che non vogliono è controproducente. Difatti è meglio spiegare loro, nel modo più sereno possibile, cos’è la scuola, in cosa consiste, chi starà con loro e per quanto tempo.
Questo vale soprattutto per i più piccoli che affronteranno il primo giorno di scuola; per evitare che possano vivere il passaggio dalla scuola materna a quella primaria come un incubo, è importante parlare della scuola già alcuni mesi prima del suo inizio. Ma non caricatelo di aspettative; questo atteggiamento rischierebbe di fargli vivere la situazione con maggiore ansia e stress.
Vostro figlio o vostra figlia stanno per iniziare l’asilo? Qui puoi trovare molti consigli utili per rendere più semplice l’inserimento alla scuola materna.
Se i vostri figli sono più grandi e si preparano al cosiddetto back to school siate comunque molto onesti; parlate di ciò che vi aspettate da loro e fate capire che siete pronti ad ascoltarli e aiutarli ad ottenere i migliori risultati possibili.

6) Create entusiasmo

rientro a scuola

La prima cosa da fare per aiutare i bambini ad affrontare il primo giorno di scuola è creare entusiasmo. Parlate della scuola in modo propositivo, come un’esperienza bella che non vedete l’ora che inizi. In questo modo anche loro avranno da subito un atteggiamento positivo pensando all’inizio dell’anno.
Anche ai più grandicelli non ha senso ricordare che le vacanze sono finite come se iniziasse un periodo noioso e pesante. Cercate di stimolare il loro entusiasmo e la loro voglia di fare e eviterete che  vivano la scuola come un’esperienza frustrante.
Incoraggiateli a partecipare ad attività proposte dalla scuola e a sport di squadra, potranno socializzare e inserirsi velocemente nel nuovo contesto scolastico.
Ecco alcuni semplici trucchetti per far sì che i vostri figli vivano con entusiasmo il loro back to school:

  • evidenziate gli aspetti giocosi dei programmi scolastici, come la conoscenza di nuovi amici, le gite di gruppo e le recite scolastiche;
  • coinvolgetelo negli acquisti del materiale scolastico: un pomeriggio trascorso insieme scegliendo quaderni, astucci e zainetto renderà più divertente l’inizio della scuola;
  • portate i vostri figli a fare una visita all’edificio scolastico, preferibilmente durante l’anno scolastico, quando avrà modo di vedere i bambini nelle aule.

7) Favorite un back to school in piena autonomia

rientro a scuola, iniziare l'anno scolastico

Photo by wavebreakmedia/Shutterstock.com
Per favorire l’autonomia nei bambini è importante dare loro delle responsabilità e abituarli progressivamente all’indipendenza.
Sviluppare buone abitudini fa parte del back to school, un esempio? Preparare i vestiti e la cartella con i libri la sera prima gli permetterà di dormire qualche minuto in più e di sentirsi responsabilizzati.
Evitate di chiedergli sempre cosa han mangiato, saranno loro a raccontarvi tutto e voi non risulterete eccessivamente apprensivi.