I nomi più strani del mondo da dare ai bambini, la lista completa

State cercando un nome strano per vostro figlio o vostra figlia? Eccovi una lista dei nomi più strani del mondo da dare ai bambini, sia maschi che femmine. Nella lista completa troverete sia i nomi che i rispettivi significati ed eventuali curiosità, passando dai nomi italiani a quelli stranieri. Scoprirete che ne esistono di originali, buffi, divertenti, eccentrici e chi più ne ha più ne metta.

Pubblicato da Redazione NanoPress Martedì 28 novembre 2017

nomi-strani-dei-bambini

Quali sono i nomi più strani da dare ai bambini? Ve ne elenchiamo qualcuno, pescandoli tra i nomi più buffi, stravaganti, divertenti: sono i nomi per bambini più originali del mondo, frutto delle menti creative e pazzerelle di mamme e papà. Antesignane in tal senso le star, che in quanto a bizzarrie non hanno rivali. Ma i nomi eccentrici spopolano anche tra le gente comune, complice la moda e il progressivo mescolamento delle etnie a livello internazionale. Ecco allora la lista completa dei nomi più strani al mondo con relativi significati, una fonte d’ispirazione utile per genitori che amano distinguersi e detestano la banalità. I nomi, maschili e femminili, sono riportati in ordine alfabetico, non di stranezza, e sono accompagnati da qualche informazione utile su significato, origine ed etimologia. Troverete nomi rari italiani, ma anche presi in prestito dalla cultura anglosassone: quanto siano belli, lasciamo decidere a voi!
A quelli che difficilmente si allontaneranno dalla tradizione, ecco l’elenco dei nomi maschili e i nomi femminili più belli e diffusi in Italia.

Nomi maschili e femminili che iniziano con la lettera A

Tra i nomi femminili stranieri più strani e particolari, non si può tacere il nome Agar. Di tradizione biblica, deriva dalla parola Hagar e probabilmente significa fuggitiva o forestiera. Un nome decisamente insolito per una bimba. E come non citare Apple, portato agli onori delle cronache mondiali da Gwyneth Paltrow che così ha chiamato la sua primogenita, senza mai chiarire se si sia ispirata al frutto o al noto brand. Vale la pena ricordare anche Adorable, che si è diffuso negli Stati Uniti negli ultimi anni, ed ha un suono talmente dolce e amabile, che scommettiamo piacerà anche a tante future mamme italiane. Le quali, volessero dare alla propria bambina un nome sì originale e strano, ma pur sempre riconducibile alla tradizione italiana, potrebbero orientarsi su Aza, nome di derivazione ebraica preso da Azaria’h, che significa “colei che è soccorsa dal signore”; su Adelina, nome noto ma poco diffuso, rivisitazione dei ben più comuni Adelaide, o Adele; su Adria, la variante femminile di Adriano ma rispetto a quest’ultimo decisamente meno diffuso. Oppure su Ausiliatrice, nome romano per eccellenza, derivante dal latino auxilius, che significa “aiuto, soccorso”. In Italia, secondo le stime, esistono circa 450 persone che portano questo nome. Venendo ai nomi maschili di tradizione italica, siamo certi non abbiate mai conosciuto un Abbondanzio, nome di derivazione latina dal significato, facilmente intuibile, di “abbondante/abbondanza”; l’onomastico si festeggia il 16 settembre, in onore di Sant’Abbondanzio diacono, martire di Roma; condivide l’etimologia con altri nomi più celebri, come Abbondio, reso famoso da Manzoni nei “Promessi Sposi”. Abdone, decisamente raro e insolito, che deriva dall’ebraico Abdon e significa “servitore, servile”. L’onomastico si festeggia il 30 luglio. E ancora, Acacio (o Acazio), nome proprio maschile italiano derivante da Acacius, forma latinizzata del greco Akakios, che significa “innocente”, “non malvagio”, o secondo altre interpretazioni derivante dall’ebraico Achazia, che significa “Il Signore tiene”. Non va confuso con Agazio che ha invece origini ungheresi.

Se volete restare nel recinto dei nomi più tradizionali, leggete anche Nomi maschili e femminili che iniziano con la A.

Nomi maschili e femminili particolari che iniziano con la lettera B

Partiamo dal nome più strano di tutti: Burger. Nome americano tra i più originali in cui ci sia capitato di incappare, caduto un po’ in disuso ultimamente, anche se tocca ricordare che negli Stati Uniti al 2017 ci sono comunque più di 18000 bambini che si chiamano così. Poveretti. Venendo ai nomi non comuni di casa nostra, i genitori più creativi e originali potrebbero buttarsi a capofitto su Baldo, di origine germanica, derivante da Bald (“audace”, “valoroso”), diffuso in Italia solo in Toscana; su Bassiano (o variante Bassano, o femminile Bassiana), derivante dal gentilizio romano Bassianus, che a sua volta deriva dal cognomen Bassus, e significa “discendente di Basso”, o “appartenente a Basso”; su Berengario, nome che sembra derivare dal termine provenzale “Berenger” o dal nome germanico “Berengar”, e significa “valoroso combattente”. Per le bambine, che ne dite di Benigna? Deriva dal latino Benìgnus il cui significato letterale è “che produce bene, disposto al bene”. Si dice che le bambine con questo nome siano particolarmente amorevoli e dolci.

Non vi piacciono? Trovatene di più tradizionali in Nomi maschili e femminili che iniziano con la lettera B.

Nomi strani maschili e femminili che iniziano con la lettera C

Non possiamo non citare, tra i nomi strani femminili con la C diffusi anche in Italia, il celeberrimo Chanel, nome della figlia della coppia Totti-Blasi, ispiratisi al celebre marchio fashion. Certo è dura competere, ma altrettanto strani sono i nomi Chandra, nome proprio di origine indiana che significa luna, e Carola: nella variante anglosassone Karol o Carol, questo nome è molto diffuso oggigiorno, ma la versione italiana, anche con l’iniziale K, derivante da Carlotta, lo è decisamente meno: chi porta questo nome si dice sia una persona dolce e sensibile. Per i maschietti, di veramente strano abbiamo trovato Cremenzio, nome di chiara derivazione latina, che festeggia l’onomastico il 14 aprile e significa “che accresce”, tradizionalmente la famiglia in cui arriva; e Calcedonio, nome molto raro, usato in alcune parti della Sicilia, derivante dal greco Chalkedonios, latinizzato in Calcedonius. Il significato letterale si riferisce proprio alla Calcedonia, antica città della Bitinia.

Niente, non vi abbiamo convinto? Per nomi decisamente più tradizionali da dare al proprio figlio, leggete anche Nomi maschili e femminili che iniziano con la lettera C.

Nomi strani maschili e femminili che iniziano con le lettere D ed E

Il primato dei nomi strani maschili con la D va senza ombra di dubbio a Dagoberto: deriva dall’antico sassone e significa “splendente come la luce”. L’onomastico si festeggia il 23 dicembre in omaggio al re Dagoberto II. Si dice che le persone con questo nome siano particolarmente riflessive. Con la E invece vi proponiamo Eginardo, nome greco molto raro, tradizionalmente utilizzato per omaggiare Egina, figlia di Asopo. Il suo significato è “amico del fuoco”; o Evodio, classicamente il soprannome di Ermete, il dio protettore dei viaggiatori e delle strade; il nome deriva dal greco e, in particolare, dai termini Eu e Hodos, che significano “buon cammino”. Un nome decisamente strano ma di buon auspicio! Per le bambine, sempre nell’ambito dei nomi non comuni, potreste prendere in considerazione Desdemona, nome di origine greca, derivante dal termine “dysdaimonia” che significa miseria. Significa sfortunata, e forse per questo è un nome non molto diffuso. Meglio allora far ricadere la scelta su Elmina, variante femminile di Elmo, probabilmente derivante da Erasmo, o anche dal greco antico “helene” che significa torcia.

Volete dare un’occhiata a nomi più tradizionali? Qui i nomi che cominciano per D, qui invece quelli che cominciano con la lettera E.

Nomi strani maschili e femminili che iniziano con le lettere F e G

Ci piace mettere insieme i nomi più bizzarri che cominciano con la F e la G, perché è proprio qui che dobbiamo indicarvi i nomi – esistenti! – più strani del mondo: Facebook e Google. Ebbene sì, ci sono Facebook e Google veri, in carne e ossa, là fuori nel mondo. Di Facebook ce n’è una sola, e si trova in Egitto, di Google invece se ne contano ben 6600 e rotti solo negli Stati Uniti. A chi volesse sceglierlo, ricordiamo che ad oggi viene considerato un nome maschile; Facebook invece è un nome dato a una bimba. Cosa volete che sia, in confronto, Fidenziano? Ve lo indichiamo solo perché è davvero un nome strano pochissimo diffuso. E Foca? Esiste davvero, ed è sorprendentemente un nome maschile. Anche tra i nomi per bambine, annoveriamo in questo capitolo qualche nome strano: a partire da Fuchsia, nome che sembrerebbe derivare dal colore omonimo, ma che in realtà trae origine da un genere di piante della famiglia delle Onagracee. A portarlo con orgoglio la figlia di Sting. E poi Glenda, nome di origini celtiche il cui significato è “santa”, Genesia, che deriva dal greco Ghenesios ed ha il significato di “colei che genera”, e Ghita, nato forse come abbreviazione di Margherita, di cui è sicuramente variante meno comune; significa perla rara, persona di valore e preziosa.

Non vi convincono? Guardate altri nomi, decisamente più tradizionali, che cominciano con la lettera F. E qui i nomi che cominciano per G.

Nomi strani maschili e femminili che iniziano con le lettere I, J, L, M

E qui i nomi si fanno decisamente strani e rari. Nell’ambito dei nomi unisex (eh sì, esistono anche quelli), partiamo con Indigo, nome di origine inglese che tradotto in italiano significa letteralmente indaco, il colore a metà tra il blu e il violetto associato tradizionalmente al sesto Chakra, ovvero il terzo occhio. Per i maschietti, potrebbe piacervi Landon, oppure Lemuel, che è il nome proprio del celebre Gulliver di Jonathan Swift, derivante dall’ebraico antico Lemuel, che significa “appartenente a Dio”. O ancora Letterio, un nome maschile italiano di matrice cristiana, legato al culto della Madonna della Lettera, un appellativo della vergine Maria usato a Messina. Tra i nomi strani ci sarebbe anche Manetto, che però collega il suo significato ai Mani, gli spiriti benevoli dei morti. Che saranno pure benevoli, ma sempre defunti sono! Per quanto riguarda i nomi femminili non comuni, vi suggeriamo Jagoda, che tradotto dallo slavo significa fragola; J’Adore, che trae origine dal celebre profumo; Jacqueline, che proprio strano non è però è abbastanza inusuale; Lidania, un nome di origine gaelica, dal significato divertente, cioè persona “che scherza”. E una bella scelta di nomi strani che cominciano per M: Minnie (o Minni); Mirta, che deriva dal greco e si riferisce alla pianta del mirto; Malefica, anch’esso ispirato ai cartoni animati e sempre più diffuso; infine Maruta, nome strano femminile dalle origini lontane, di derivazione persiana, ma adottato anche dai latini, che significa “messaggero di Dio” o “nunzio d’amore”.

Se anche in questo caso non avete trovato nulla che vi abbia ispirato, ecco altri elenchi di nomi: quelli che iniziano con la I, quelli che iniziano con la L, e infine quelli che cominciano per M.

Nomi strani maschili e femminili che iniziano con le lettere N, O, P, Q, R

Nomi strani anche in questo capitolo: in ambito maschile crediamo non sia molto comune Nicarete, che deriva dal greco e significa virtù o vincitore. L’onomastico viene festeggiato il 27 dicembre. Piuttosto strano anche Ocean, sdoganato però nella sua versione italiana Oceano da Jaki Agnelli e Lavinia Borromeo che l’hanno scelto per uno dei loro bambini. Per non parlare di Osmondo, variante italiana di Asmund, nome norvegese presente nella mitologia norrena che significa letteralmente “protetto da Dio”. Agli amanti degli animali ci sentiamo di consigliare il nome Pooh (6600 casi negli Stati Uniti), buffo ma decisamente fuori dall’ordinario: se temete il ridicolo potreste però virare su Pardo, che ricorda i leopardi e non il tenero orsetto dei cartoni animati. Veniamo ai nomi femminili: se amate il mondo delle ninfe, Niam potrebbe fare al caso vostro. E’ infatti un nome femminile derivante da quello della ninfa omonima. Altrimenti, che ne dite di Orsolina? E’ il diminutivo di Orsola, derivante dal latino Ursus, “orso”. Il significato è proprio “piccola orsa”. Se per la vostra neonata sperate in un destino più mansueto, potreste optare per Quieta, che ha proprio quel significato là. Strani anche i nomi Pelagia, che deriva dal greco “pelagus” e significa mare, marino; Reality, molto in voga in Gran Bretagna (più di 11000 bambine si chiamano così); e Pixie, un nome femminile di origine celtica o dialettale svedese che designa una particolare tipologia di folletti del folklore inglese, oggi semplicemente sinonimo di fata o spirito. Pixie è il nome della figlia del cantante e attore irlandese Bob Geldof.

Volete leggere di più?
Nomi maschili e femminili che iniziano con la N
Nomi maschili e femminili che iniziano con la O
Nomi maschili e femminili che iniziano con la P
Nomi maschili e femminili che iniziano con la R

Nomi strani maschili e femminili che iniziano con le lettere S, T, U

Tra i nomi meno usuali e comuni per femminucce, Summer, che in inglese significa estate, negli ultimi tempi è caduto un po’ in disuso ma è ancora abbastanza amato. Stessa cosa per Siri: probabilmente chiamarsi come l’assistente vocale di iPhone può avere i suoi svantaggi, e i genitori stanno cominciando a capire. Rientrando nei confini della nostra patria, poco diffusi i nomi Sibilla, che deriva dalla mitologia mediterraneo-orientale e significa “consigliera di dio”, e Ugolina, derivante dall’antico tedesco “Hug” che significa “spirito perspicace”. Veniamo ai maschietti: il nome più strano che abbiamo trovato è indubbiamente Turbo, inesistente nel 2016, e diffusosi negli Stati Uniti con 18300 casi a partire dal 2017. Ispirato al protagonista del cartone animato Cars, è uno dei nomi più bizzarri che potrete dare a vostro figlio. Se non siete così spiritosi, le alternative serie e anche, lasciatecelo dire, un po’ pesanti (forse troppo), ci sono: partendo da Senofonte (il cui significato è “voce straniera” o, secondo altre interpretazioni, “chi uccide lo straniero”), passando per Tarcisio, si potrebbe arrivare a Thor, uno dei nomi strani maschili che sta prendendo più piede, ispirato all’omonimo dio della mitologia scandinava, conosciuto anche alle nostre latitudini grazie ai numerosi cartoni animati e film che lo hanno visto protagonista. E’ il dio del tuono, del fulmine e della tempesta, un tipaccio!

Altre idee, meno strane, per dare un nome al proprio figlio?
Nomi maschili e femminili che iniziano con la S
Nomi maschili e femminili che iniziano con la T
Nomi maschili e femminili che iniziano con la U

Nomi strani maschili e femminili che iniziano con le lettere V, Z

Finiamo la nostra carrellata di nomi strani e non comuni con i nomi che cominciano con la V e la Z. Tra i nomi femminili più strani che abbiamo incontrato, a parte Vita, che significa appunto vita, e Vilma, che è un nome non inaudito ma decisamente poco diffuso, vi segnaliamo anche Zabina, variante rara del più diffuso “Sabina”, che significa “proveniente dalla Sabinia” nei pressi di Roma e Zosima, variazione di un nome altrettanto insolito, che però si sta diffondendo anche in Italia, cioè Zoe, che ha una derivazione greca e un significato importante, perché indica “vita” e vitalità. Prima di parlare dei nomi maschili, vale la pena indicare il nome maschile, ma usato anche al femminile, Vega, che è la stella più brillante della costellazione della Lira, il cui nome tradotto dall’arabo “al-nasr al-waqi” significa letteralmente “aquila planante”. Per i bambini maschi cui augurate un destino altisonante, ambiziosi ma adatti potrebbero essere i nomi Valfrido, derivante dal nome germanico Walahfrid che significa “che assicura amicizia tra i popoli” o “potente nella pace”, Zetico, che significa “che cerca la pace”, Zeus.

Se non vi bastano, e volete dare un’occhiata anche ai nomi più tradizionali, consultate i seguenti elenchi:
Nomi maschili e femminili che iniziano con la V
Nomi maschili e femminili che iniziano con la Z