10 errori comuni che fanno i genitori

10 errori classici dei genitori: alcuni dei grandi e piccoli passi falsi che spesso le mamme e i papà commettono, più o meno consapevolmente.

Pubblicato da Camilla Buffoli Venerdì 28 novembre 2014

xhuldusbnszohyx

10 errori comuni che fanno i genitori. Perché mamma e papà non si nasce e nemmeno genitori perfetti. E, per quanto uno si impegni per fare sempre del proprio meglio per educare nel modo migliore i figli che fare i genitori sia il lavoro più difficile del mondo più che un luogo comune è una pura verità. Ecco la decina di errori che spesso mamma e papà commettono, più o meno consapevolmente.

1. I figli hanno sempre ragione

Figli ragione

Molto spesso i genitori tendono a dare sempre ragione al figlio. Un esempio classico: a scuola, quando prende un brutto voto o una nota perché non studia, si tende a giustificarlo addossando la responsabilità ai professori o ai compagni. Il pericolo maggiore è che i figli non si responsabilizzino.

2. Pretendere troppo

Mother scolding her son with pointed finger in park

C’è chi pende dalle loro labbra e chi, invece, pretende sempre troppo dai figli. Un altro passo falso comune tra i genitori è avere aspettative troppo elevate nei confronti della prole. In questo modo il rischio è di creare nei figli ansie e frustrazioni.

3. Educare a parole ma non con i fatti

educare parole

Molto spesso si punta il dito, si insegnano tante belle teorie, ma si fa poca pratica. O, meglio, in molti casi i genitori non mettono in pratica i propri insegnamenti. Per dirla con un detto “predicano bene e razzolano male”. Così facendo ai figli si inviano messaggi contraddittori e controproducenti.

4. Venerare i figli

venerare

Quando i figli non sono solo circondati da amore e affetto, come è assolutamente normale che sia, ma sono veri e propri destinatari di adorazione e venerazione da parte dei genitori, che li vedono come creature perfette e infallibili. Attenzione, un po’ di obbiettività è d’obbligo.

5. Litigare davanti a loro

Litigi

I litigi sotto gli occhi dei figli, piccoli o grandi che siano, sarebbero da evitare. Se non si tratta di piccoli battibecchi che possono capitare anche in presenza degli altri componenti della famiglia, mamma e papà dovrebbero evitare di esporre i figli a spettacoli poco edificanti che rischiano di turbarli.

6. Migliori amici e non genitori

amici

Un classico errore da mamma e papà, che un po’ per accorciare le distanze nel rapporto con i figli, un po’ per sentirsi più giovani e accettati rischiano di voler diventare amici dei propri pargoli. Amichevoli sì, ma non amici: meglio distinguere bene i ruoli.

7. Competere con gli altri genitori

competere

Poco edificante e decisamente poco educativo: i genitori che competono tra loro per le doti e i traguardi dei figli è uno che nessuno vorrebbe vedere, tantomeno la prole direttamente interessata. Quindi, no alla competizione inutile tra genitori.

8. Imporre e non spiegare

Imporre

Imporre le regole, dettare delle leggi in casa ai figli senza spiegarle e argomentarle: un errore classico di molti genitori che tendono a essere autoritari e non dedicano sufficiente tempo, spazio e attenzioni al dialogo con i figli. Questo atteggiamento rischia di essere controproducente, perché se non ne capiscono significato e motivazioni, i figli potrebbero non seguire le regole.

9. Vedere troppo di sé nei figli

Proiettarsi

Rivedersi troppo nei figli, riporre tutte le speranze disattese in loro. Rispecchiarsi o volersi rivedere nelle loro vite, nei loro percorsi è un errore comune a molti genitori che potrebbe creare qualche problema nei figli, sia in termini di identità sia di sicurezza in sé.

10. Perdersi la loro infanzia

Godersi infanzia

Un po’ per mancanza di tempo effettivo, un po’ per una scala delle priorità non sempre sensata, molti genitori rischiano di perdersi l’infanzia dei figli, di non godersi le loro piccole grandi conquiste, delegandone educazione e cura, per troppo tempo, ad altre figure. Se il lavoro è importante, è altrettanto importante ritagliarsi un po’ di spazio, ogni giorno, da passare con i figli, soprattutto quando sono piccoli.