Varicella bambini: contagio, effetti benefici del mare e sole

Ecco tutte le indicazioni per la varicella per come riconoscerla e per come comportarsi. Ecco tutte le indicazioni per i bambini e per le loro mamme per trattare le malattie come la varicella.

Pubblicato da Francesca Bottini Venerdì 5 novembre 2010

Varicella bambini: contagio, effetti benefici del mare e sole

La varicella dei bambini è senza dubbio una delle malattie più comuni nell’infanzia: non deve spaventare i genitori anche perché è abbastanza facile da riconoscere. Solitamente non compare prima dei sei mesi e si contraddistingue per le piccole vesciche di tipo o maculoso (ovvero piccole e sottili macchie della pelle), papuloso (macchie a rilievo) : solitamente la prima fase della malattia è anche accompagnata da febbre, più o meno alta. Insieme a morbillo, rosolia, scarlattina, pertosse e orecchioni, la varicella è la malattia che colpisce i bambini proprio perché a scuola i virus possono diffondersi più rapidamente e con più facilità. Il periodo di contagio dura circa una settimana e va da due giorni prima della comparsa delle bolle fino a tre o quattro giorni dopo.

  • Varicella bambini contagio

    Varicella bambini contagio

    Come dicevamo c’è un periodo in cui i genitori devono fare attenzione: ovviamente nei giorni precedenti alla comparsa delle macchie ancora non sappiamo della presenza del virus ma una volta che si manifesta, dovremo avvertire le mamme dei bambini con cui il nostro piccolo ha giocato e le maestre. Il periodo di contagio poi, si protrae per quattro o cinque giorni dopo la comparsa delle macchie. Ricordate che il periodo di incubazione va dai 15 ai 20 giorni.

  • Varicella bambini: virus
    La malattia è causata da un virus della famiglia degli Herpes Virus chiamato Varicella Zoster. Il contagio passa attraverso la saliva, per cui è sufficiente che due bambini giochino insieme e stiano a distanza ravvicinata o bevano dallo stesso bicchiere per essere infettati. Solitamente la forma dei bambini è sempre più leggera a quella degli adulti: le donne incinta devono fare particolarmente attenzione a questo virus.
  • Varicella bambini: sole e mare

    Varicella bambini sole e mare

    Se il vostro bambino ha avuto la varicella, bisogna fare un po’ attenzione in estate, con l’esposizione al sole. Per prima cosa evitate che i bambini si grattino perché in questo modo potrebbero lasciarsi delle cicatrici e soprattutto attenzione all’esposizione al sole che può peggiorare la situazione lasciando ancora più cicatrici.

  • Varicella bambini: cura

    Varicella bambini cura

    Per prima cosa, quando sospettate una varicella dovrete rivolgervi al vostro pediatra che vi potrà consiglia la migliore terapia. La cosa fondamentale è cercare di diminuire il senso di fastidio che porta i piccoli a grattarsi. C’è anche un farmaco (acyclovir) che va somministrato all’inizio della malattia e ne diminuisce i sintomi : funziona come i farmaci contro l’herpes labiale, perché il virus che li provoca è lo stesso.