Vacanze: i giochi da fare in viaggio

Vacanze e viaggio in macchina: con i bimbi piccoli che si annoiano può diventare un incubo. Ecco un giochino da fare per intrattenere tutta la famiglia.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Martedì 3 agosto 2010

E’ arrivata l’ora di partire. I bagagli sono pronti, compresi i giocattoli dei bambini. Se si viaggia di notte i vostri figli presumibilmente dormiranno, ma se gli spostamenti avvengono di giorno? Come intrattenerli? Come evitare che la loro noia si trasformi in un incubo per voi? Per motivi vari ho sempre viaggiato molto. Con i bimbi piccoli un trucco può essere quello di cantare canzoncine per tutto il tempo (tipo: “nella vecchia fattoria…..”). Lo facevo! Dopo due ore non avevo più la voce, ma la bimba almeno non aveva pianto. Ora è lei che inventa i giochi da fare quando ci spostiamo in macchina. Sono educativi e divertenti, per questo ve li propongo. Eccone uno.

A turno uno dei viaggiatori pensa ad un oggetto che vede in quel momento, ad esempio un cartellone stradale o un oggetto che si trova all’interno dell’autovettura ed apre il gioco dicendo: “Con i miei occhietti vedo, vedo…..vedo….”.

Spetta agli altri giocatori trovare la soluzione, sempre a turno. Visto che è impossibile leggere nel pensiero, si rischia di sbagliare spesso, anche se le cose da “vedere” su un’autostrada non sono poi così tante. Allora ecco che si può chiedere un aiuto: il colore, se si trova all’interno o all’esterno della macchina, a cosa serve, ecc.

E’ divertente perché nella sua semplicità è capace di liberare la mente da ogni altro pensiero e soprattutto le manche sono rapide! E’ educativo, perché si basa sulla sincerità: non si può pensare un oggetto e poi cambiarlo in corso d’opera. Beh, se vostro figlio qualche volta lo fa non è difficile scoprirlo, ma non sarà grave!

Serve ad osservare e descrivere l’ambiente circostante, ma anche e soprattutto a giocare insieme. Si può fare ad ogni età. Anche con i fratellini più piccoli o con i nonni.

Può anche essere un trucchetto per distrarre il bimbo in caso di mal d’auto.Che ne dite? Provate e fatemi sapere.