Uova di Pasqua: attenzione alle sorprese

all’interno dell’uovo non ci devono essere sostanze potenzialmente pericolose per i bambini come antimonio, arsenico, bario, cadmio, cromo, piombo, mercurio e selenio. Per verificarlo, basta effettuare attente analisi al laboratorio

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 30 marzo 2010

Manca pochissimo a Pasqua e ogni bambino attente il suo uovo. C’è chi dipinge a mano quelle solide, chi le realizza in carta pesta e chi ne inventa di nuove, ma tutti (anche gli adulti) desiderano quelle di cioccolato. Bisogna fare molta attenzione, però alle sorprese. I giocattoli contenuti all’interno dell’uovo possono nascondere insidie e rivelarsi pericolosi. L’Uni (Ente nazionale italiano unificazione) lancia una serie di consigli utili alle famiglie, in applicazione a una direttiva Ue specifica sui giocattoli, che stabilisce requisiti e metodi di prova che garantiscono la sicurezza per bambini e ragazzi fino ai 14 anni.
Prima cosa all’interno dell’uovo non ci devono essere sostanze potenzialmente pericolose per i bambini come antimonio, arsenico, bario, cadmio, cromo, piombo, mercurio e selenio. Per verificarlo, basta effettuare attente analisi al laboratorio. Attenzione poi alle sorprese infiammabili, come nel caso di alcuni peluche.

I giocattoli non devono avere bordi taglienti, per esempio; le parti sporgenti che comportano rischi di perforazione devono essere assolutamente protette; le eventuali molle e gli altri meccanismi in movimento non possono essere accessibili alle dita. Mi rendo conto che sono forse requisiti tecnici di interesse soprattutto er i produttori, ma voi genitori fate molto attenzione a ciò che il vostro piccolo trova all’interno e acquistate solo uova certificate.

Foto tratte da

hotelroyaltabiano.it
filastrocche.it