Una valanga di pannolini gratis alla futura mamma Carla Bruni. Così azienda chiede aiuto per non chiudere!

Una fabbrica francese che produce pannolini rischia di chiudere, così ha deciso di inviare un pacco di 187 pannolini (1 per operaio) alla futura mamma Carla Bruni Sarkozy!

Pubblicato da Paola Perria Venerdì 29 luglio 2011

Una valanga di pannolini gratis alla futura mamma Carla Bruni. Così azienda chiede aiuto per non chiudere!

Un pacco postale con 187 pannolini per la futura mamma Carla Bruni! Non è un regalo di qualche amico premuroso, e non si tratta di pannolini speciali, magari griffati… niente di tutto questo, si tratta, al contrario, di una richiesta di aiuto piuttosto originale che, speriamo, otterrà l’effetto desiderato. C’è una fabbrica a Veillefranche Sur-Saone, la Ontex, che produce proprio pannolini per la grande distribuzione, che naviga attualmente in brutte acque e rischia di chiudere tristemente i battenti.

Così, i suoi 187 operai, hanno avuto un’idea (geniale secondo me) che vorrebbe far leva proprio sull’istinto materno della premiere dame, attualmente in dolce attesa di un figlio (di cui non si conosce ancora il sesso, anche se i più vociferano si tratti di un maschio) che dovrebbe nascere in autunno.

L’idea di approfittare proprio della gravidanza di madame Sarkozy per ottenere aiuti per l’azienda, è stata dei sindacati, e subito i Media sono stati messi al corrente dell’iniziativa, anche perché, in questo modo, un’ eventuale indifferenza di Carlà alla sorte dei 187 operai e relative famiglie, si ripercuoterebbe negativamente sull’immagine del presidente francese.

“Anche se per la Ontex il mercato più importante è la Francia – hanno spiegato i rappresentanti interni dei sindacati dell’emittente Rtl – i pannolini verranno presto prodotti all’estero, nella Repubblica Ceca, in Belgio o in Germania”. Carla Bruni si trova attualmente nella residenza estiva della Presidenza della Repubblica francese, in una villa di Fort Breganҫon, e siamo sicuri che non mancherà di fare pressioni sul marito a favore degli operai e della fabbrica. Cuore di mamma!