Telefoni cellulari: mai sotto i 12 anni

Attenzione genitori: i cellulari sono assolutamente sconsigliati ai bambini sotto i 12 anni: il monito arriva dal professor Lawrie Challis, consulente del governo inglese in materia di telecomunicazioni (precedentemente a capo del «Mobile Telecommunications and Health Research programme») nel giorno in cui è stato lanciato di «Cosmo» ( «Cohort Study on Mobile Phones» ), uno studio dell’Imperial College di Londra.

Pubblicato da Francesca Bottini Venerdì 23 aprile 2010

Attenzione genitori: i cellulari sono assolutamente sconsigliati ai bambini sotto i 12 anni. Il monito arriva dal professor Lawrie Challis, consulente del governo inglese in materia di telecomunicazioni (precedentemente a capo del «Mobile Telecommunications and Health Research programme») nel giorno in cui è stato lanciato di «Cosmo» ( «Cohort Study on Mobile Phones» ), uno studio dell’Imperial College di Londra. Si tratta di uno studio che ha come obiettivo quello di monitorare, per i prossimi trent’anni, la correlazione tra utilizzo del cellulare e danni alla salute.

«Penso sia meglio che gli under 12 non usino i telefonini perché il loro sistema immunitario è ancora in via di formazione e sappiamo che a quell’età si è più sensibili e recettivi, basti pensare ai raggi ultravioletti: se un bambino viene esposto troppo al sole, ha più probabilità di ammalarsi di tumore alla pelle rispetto ad una adulto. Logico che tocchi ai genitori essere più duri su questo punto, ovvero non dare ai figli il cellulare, a meno che non vi siano specifiche ragioni di sicurezza che obblighino a comportarsi diversamente”, sottolinea l’esperto al Daily Mail.

Secondo una ricerca Eurispes-Telefono Azzurro 2009, il 53,7% dei bambini in Italia fra i 7 e gli 11 anni possiede un cellulare, il 5,4% un videofonino e l’1,8 uno smartphone.

«Stando all’Organizzazione Mondiale della Sanità, non ci sarebbe la necessità di prendere precauzioni speciali per l’utilizzo dei telefonini da parte di adulti e bambini”, ha sottolineato al tabloid londinese John Cooke, direttore esecutivo della «Mobile Operators Association.