Svezzamento, quali cibi introdurre a otto mesi

Quali alimenti possono mangiare i bambini all'età di otto nove mesi? Ecco qualche suggerimento da seguire con attenzione per completare lo svezzamento.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 3 aprile 2011

Svezzamento, quali cibi introdurre a otto mesi

A otto-nove mesi i bambini sono nel pieno dello svezzamento. È anche bello vederli mangiare, perché l’approccio con il cibo è un po’ più rilassato. Lo so che non è per tutti così: ci sono piccoli infatti che non hanno appetito e che fanno fatica a mangiare qualsiasi cosa. È uno strazio il momento della pappa. Tranquilli però è una fase e il più delle volte si supera. È bene comunque non insistere troppo: i bambini devono essere nutriti, non ingozzati. Comunque ora vediamo quali devono essere gli alimenti in questa fase.

Potete introdurre del riso, del prosciutto cotto (occhio che non contenga polifosfati). Se lo desiderate, seppur un po’ acido, anche il pomodoro si può dare ai nostri cuccioli, sia crudo o cotto, come condimento della pastina o della pappa. Aggiungete anche un goccio d’olio d’oliva extravergine e anche del parmigiano.

Dovete sgrassarlo, ma va benissimo anche il brodo della carne di manzo e il purè. L’elemento principe di questa fase è sicuramente il pesce. Vi consiglio di scegliere quello azzurro in generale e cucinarlo in modo molto leggero, quindi bollito.

Potete poi aggiungere le uova, solo il tuorlo. Se volete darglielo naturale ci vuole un po’ di tempo per abituarlo. Fate cuocere il tuorlo in acqua per qualche minuto e poi scolatelo e provate a farglielo assaggiare. Un po’ alla volta dovrebbe abituarsi. Non superate le due volte la settimana. Lo svezzamento intorno all’anno dovrebbe essere concluso. Voi prendetevi i vostri tempi, soprattutto quelli del bambino.