Svezzamento: dopo i 15 mesi eliminare il latte artificiale

da , il

    Svezzamento: dopo i 15 mesi eliminare il latte artificiale

    Ci sono novità in materia di allattamento. I medici sponsorizzano sempre l’allattamento al seno, perché il latte della mamma sembra essere l’alimento più completo che un bebè possa ricevere. È comunque ottimo anche il latte artificiale, se usato nel modo giusto. Una nuova ricerca sostiene che una carenza di ferro del bambino può essere legata a un allattamento artificiale prolungato. Come dire ogni cosa deve essere fatta seconda i giusti tempi. A sostenere questa teoria sono stati i ricercatori The Hospital for Sick Children (SickKids) e del St. Michael’s Hospital di Toronto in Canada.

    Lo studio riporta che vi è il 60% in meno del rischio della carenza di ferro per i bambini che sono allattati artificialmente. I medici, infatti, sostengono che i genitori consapevoli del pericolo e ben informati evitano l’utilizzo del biberon per il proprio piccolo oltre i sedici mesi di vita.

    La cosa migliore è quella di chiedere una consulenza pediatrica. Quando arriva il momento dello svezzamento o qualche mese prima, durante un controllo accordatevi con il medico del bambino sul da farsi, al fine di evitare l’errore di alcuni genitori che hanno dato il biberon fino dopo il terzo anno di vita. L’American Academy of Paediatrics raccomanda di completare lo svezzamento intorno ai 15 mesi.

    C’è anche un fattore psicologico. L’86% dei bambini con cui si tenta d’interrompere l’allattamento artificiale dopo i due anni, manifesta resistenza; cosa che invece accade raramente se il bambino è più piccolo.