Sonno dei bambini: i consigli dei pediatri

Dormire poco e male non fa bene, soprattutto ai bambini

Pubblicato da Anna Franceschi Giovedì 16 marzo 2017

Sonno dei bambini: i consigli dei pediatri

I pediatri di SIPPS – Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale lanciano un monito ai genitori: il sonno dei bambini è necessario per mantenerli in salute, perchè dormire poco aumenta la probabilità di andare incontro a obesità e a malattie croniche. Vediamo allora i consigli dei pediatri per approfondire la tematica delle ore di sonno necessarie ai più piccoli per vivere in modo sano.

Da un’indagine sui minori di età compresa fra 1 e 14 anni compiuta dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale è risultato che solo il 68,4 per cento dei bambini ha un sonno adeguato. Il progetto, denominato “Ci piace sognare” è nato per porre l’accento sull’importanza che ha il dormire per la salute di una persona.
Un bambino che dorme poco ha infatti più probabilità di andare incontro in età adulta a problemi quali obesità e malattie croniche quali ad esempio il diabete mellito di tipo 2, l’insulino-resistenza e le patologie cardiovascolari.
Lo studio ha dimostrato che più aumentano le ore di sonno e più scenda il rischio di sovrappeso e obesità con una diminuzione della percentuale di grasso corporeo e della circonferenza della vita.

I consigli dei pediatri SIPPS

Le linee guida sulle ore di sonno consigliate dai pediatri in base all’età del bambini sono:

  • Bambini fino a 1 anno: 14-18 ore di sonno nelle 24 ore
  • Bambini da 1 anno fino ai 5 anni: 12-14 ore di sonno nelle 24 ore
  • Bambini da 6 anni fino ai 10 anni: 10-12 ore di sonno nelle 24 ore

Ma i pediatri sottolineano che oltre alla durata del sonno è importante anche la sua qualità, consigliando ai genitori di far addormentare i bambini nel loro letto e non come fa un 10% circa che si addormenta in una stanza che non è la sua.

Per dormire bene si rende quindi necessario seguire alcune semplici regole:

  • Camera da letto: deve essere silenziosa, tranquilla, poco illuminata e con una temperatura intorno a 20° C
  • Dove addormentarsi: il bambino deve associare il letto al sonno evitando di farlo addormentare in altri luoghi per poi portarlo nel suo letto
  • Addormentamento: instaurare un rituale per esempio cantando una ninna nanna o leggendo una favola
  • Prima di andare a dormire: evitare giochi interattivi con il computer ma anche guardare la televisione
  • Cena: finire di mangiare almeno due ore prima di andare a dormire
  • Orari: mantenere gli stessi orari per andare a letto e il risveglio
  • Risvegli notturni: rassicurare il bambino se si sveglia la notte, aiutandolo a farlo riaddormentare leggendogli un libro senza farlo uscire dalla sua camera

Come infatti ci ricorda il Presidente SIPPS, Giuseppe Di Mauro: “Importante compito del Pediatra e dei genitori è quindi quello di educare fin dai primi anni di vita non solo a corrette scelte alimentari ma anche a corretti stili di vita quali un’adeguata attività fisica ed un’abitudine regolare al sonno sia in termini di qualità che di quantità.”