Se la mamma è casalinga, si vive meglio

Una ricerca inglese condotta su 12.500 bambini di cinque anni afferma che i figli delle lavoratrici hanno uno stile di vita meno sano rispetto a quelli con la mamma casalinga.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 29 settembre 2009

Se la mamma è casalinga, si vive meglio

È la vittoria delle mamme casalinghe sulle mamme lavoratrici. Una ricerca inglese sostiene che i figli di donne che non lavorano hanno uno stile di vita più sano. In particolare i piccoli di questa fascia d’età tenderebbero a mangiare più porcherie e a muoversi di meno rispetto ai coetanei con madre al seguito.

Pochi giorni fa si era parlato dell’alimentazione, ora lo stile di vita. Sembra proprio che la donna in carriera debba essere messa in croce. Lo studio dell’Institute of Child Health – pubblicato sul Journal of Epidemiology and Child Health – ha analizzato le ore di lavoro delle mamme, insieme alla dieta e all’esercizio fisico dei loro bambini.

I piccoli con la mamma lavoratrice, anche part-time, tendono a bere più bevande zuccherate tra un pasto e l’altro, a stare davanti alla tv o al computer per più tempo (oltre due ore). In Italia la situazione è migliore solo grazie alla dieta mediterranea perché hanno anche maggiori limiti sociali, a confronto delle mamme europee.

Nove bambini su dieci, secondo recenti dati del centro studi Ires-Cgil, non riescono a conquistare un posto negli asili nido. E alla fine ci si deve arrangiare tra nonni, parenti e babysitter.