Se in vacanza perde appetito, i consigli

da , il

    Cambiate aria, partite per le vacanze e il vostro bimbo vi fa disperare perché perde l’appetito. E’ un classico, succede con quasi tutti i neonati. Tra l’altro non potete neppure dare la colpa alla dieta, che è sempre la stessa. Qui trovate qualche consiglio per capire meglio cosa sta succedendo.

    Anche se vi può sembrare assurdo, cambiare ambiente per un bambino è un po’ destabilizzante. Si sfasano i ritmi del sonno e di conseguenza quelli per mangiare, magari anche il clima è diverso. I neonati non hanno percezione di ciò che sta accadendo, si ritrovano a dover combattere contro il caldo (figuratevi se è pesante per noi, quanto possa esserlo per loro) e di conseguenza hanno meno fame.

    Evitiamo di farlo mangiare con forza. Manderemmo il messaggio sbagliato e potrebbe vivere il pasto come un obbligo cui opporsi o fare resistenza. Come per gli adulti, è fondamentale bere: diamogli acqua e bevande zuccherate (camomilla o tè freddo), succhi di frutta, ecc.

    Lo svezzamento è meglio iniziarlo o in primavera o al ritorno dalle ferie. E’ un momento delicato, in cui farlo mangiare può essere difficile figuriamoci in vacanza. Certo l’estate aiuta, perché introdurre nella dieta frutta di stagione dolce. Poi introduciamo pure yogurt e gelato, sono freschi e sono degli ottimi sostituti del latte.