Se i genitori sono ansiosi il bambino potrebbe soffrire di disturbi del sonno

da , il

    Se i genitori sono ansiosi il bambino potrebbe soffrire di disturbi del sonno

    I disturbi del sonno nel bambino, specialmente se non transitori, possono avere delle conseguenze sull’equilibrio del piccolo. Problemi dell’apprendimento a scuola, irritabilità, disturbi del comportamento. Eppure, spesso tutto questo potrebbe essere prevenuto se solo le mamme e i papà fossero un po’ meno ansiosi. Uno studio americano che ha coinvolto 156 coppie di genitori di bimbi con problemi di insonnia , in età comprese tra l’anno e mezzo e i 10 anni di vita, ha rilevato proprio questo rapporto di causa-effetto. Seguiti e analizzati, questi nuclei familiari si sono rivelati non propriamente un nido di pace.

    Questo il circolo vizioso: ai primi accenni di difficoltà ad addormentarsi del loro piccolo, i genitori campionati cominciavano a manifestare livelli molto alti di stress e di ansia. Questo clima elettrico veniva “intercettato” dal figlio, al punto da diventare veramente insonne. A quel punto, naturalmente, uscire dalla spirale di ansia e tensione diventava impossibile per tutti.

    Dai dati della ricerca è infatti emerso che il 40% dei genitori considerati era afflitto da grave stress. Questo genere di comportamenti disfunzionali nelle famiglie non è raro, ma ritrovare l’equilibrio è fondamentale, per questo si consiglia sempre di affrontare la questione con degli specialisti, perché a volte l’insonnia di un bambino non è che la punta dell’iceberg di un disagio più profondo, peraltro superabile.