Scuola primaria: in GB arriva il cane che “insegna” a leggere

In una scuola primaria della GB, si sperimenta un nuovo metodo per insegnare ai bambini a leggere correttamente a voce alta in classe: un cane addestrato di nome Danny li corregge!

Pubblicato da Paola Perria Mercoledì 2 marzo 2011

Scuola primaria: in GB arriva il cane che “insegna” a leggere

La prima cosa che i bambini imparano alla scuola primaria, è a leggere. Una competenza che va acquisita il prima possibile, dato che la lettura è la base di tutto il successivo apprendimento, nozioni logico-matematiche incluse. Eppure, nonostante si tratti di un percorso fondamentale, su cui gli insegnanti battono fin dai primi giorni di scuola, non sempre arrivare a leggere fluentemente a voce alta è un risultato scontato. I genitori lo sanno bene, a volte ascoltare i propri figli che si esercitano nella lettura è abbastanza mortificante. Incertezze, lentezza, sillabare fastidioso, tono non adeguato al senso del testo, sono solo alcune delle difficoltà che i bambini esprimono in quest’attività apparentemente elementare.

Come aiutarli? Con “Fido”, naturalmente. Non scherzo, in alcune scuole degli Stati Uniti, e ora in sperimentazione anche in GB, un cane appositamente addestrato aiuta gli scolari ad imparare a leggere correttamente ad alta voce. E questo, durante l’orario scolastico, in classe. Si tratta, naturalmente, di cani speciali, che posseggono un diploma di “Read Dog” (Cane da lettura) conseguito dopo 5 mesi di addestramento.

Nella scuola primaria inglese di Oakhill, a Tamworth, nello Staffordshire, il levriero Danny da’ una mano ai piccoli alunni che si esercitano a leggere a voce alta, a suo modo: sollevando un orecchio o muovendo il capo. In questo modo, senza sgridate o giudizi severi, i bimbi sanno subito se stanno procedendo bene o meno, e si correggono da soli. Danny è un cane tranquillo, abbaia poco, come tutti i levrieri, e il suo pelo corto è perfetto per evitare allergie. Questo esperimento britannico è un’estensione (la prima, in Europa) di un programma nato negli USA e chiamato “Reading Education Assistance Dog (Read)” e il proprietario di Danny, Tony Nevett, spiega il senso di questo progetto:

“Rafforza la stima (nei bambini) per leggere a voce alta perché non esprime giudizi”. Inoltre: “Non li giudica e non ride di loro. E’ giusto uno strumento. I bambini non si rendono conto che stanno leggendo, un esercizio che magari non hanno la sicurezza di fare in classe”. Nevett, che ha una laurea in “Terapia assistita dagli animali”, vorrebbe che il suo progetto si estendesse ad altri istituti scolastici inglesi, anche perché i risultati sono finora confortanti. Nella scuola Di Oakhill, ad esempio, una bimba con sindrome di Down ha migliorato molto il suo modo di leggere, proprio grazie a Danny. Chissà se qualche scuola, anche in Italia, ingaggerà un “Read Dog” per la lettura in classe, sarebbe davvero interessante.