Scuola: i consigli per scegliere lo zaino giusto

da , il

    A breve riprende la scuola. Molte mamme stanno già lottando contro le pubblicità di astucci e zainetti magici all’ultima moda, arricchiti da gadget preziosi, ma sempre troppo costosi! Il Codacons si è rivolto addirittura all’Antitrust affinché sospenda immediatamente gli spot di alcuni prodotti del corredo scolastico, per pubblicità ritenuta ingannevole. Nel frattempo sarà opportuno un patteggiamento con i vostri figli. La mia voleva quello di un cartoons con un microfono in regalo (si fa per dire!): dopo varie battaglie siamo arrivate ad un accordo: zainetto vecchio e microfono nuovo. Ovvero un risparmio di circa 35 euro!

    Non poco se si pensa che lo zaino dello scorso anno era semi-nuovo: aveva voluto quello grande delle Winx ed io avevo perso la “battaglia” assecondandola. L’ha usato raramente specie nei primi mesi, perché troppo grande per la sua minuta statura: quest’anno sarà perfetto.

    Non fate come me: la misura dello zainetto è una delle cose a cui dovete prestare attenzione acquistandone uno, per la salvaguardia della colonna vertebrale dei vostri figli. Più sono grandi e più pesano, anche vuoti, figuriamoci con libri e quadernoni. A questo proposito la stessa associazione di consumatori, il Codacons, ha redatto un piccolo decalogo per una scelta salutare. Eccolo.

    1) Lo schienale deve essere rigido. Uno zaino senza schienale provoca un accumulo del peso verso il basso; in più in assenza di imbottitura i libri premono sulla schiena;

    2) Non deve essere di grandi dimensioni. Non solo sarà più pesante, ma il suo contenuto all’interno, si sposterà in continuazione non essendo compattato;

    3) Le bretelle devono essere regolabili (per una distribuzione omogenea del carico su entrambe le spalle) e dotate di fibbie sicure e facilmente sganciabili; In più devono essere larghe e ben imbottite.

    4) Preferite gli zaini con il trolley allegato o acquistatene uno a parte.

    5) Da preferire lo zaino con la cintura addominale con fibbia. Deve essere ad altezza vita e con aggancio anteriore per ottenere un carico centrato e per fare aderire lo zaino alla colonna vertebrale;

    6) Maniglia: deve essere solida e confortevole per consentire una buona presa;

    7) Gli zaini con aperture a soffietto offrono un maggior volume ma danno un maggiore sbilanciamento posteriore;

    8 ) Ricordatevi che anche lo zainetto vuoto ha un suo peso che contribuisce al totale;

    9) Controllate affidabilità e robustezza determinate dalla qualità del tessuto e delle cuciture;

    10) Verificate la lavabilità del tessuto e relative istruzioni.

    Di fatto a leggere queste indicazioni devo dire che lo zainetto che userà mia figlia quest’anno è perfetto: ora ha le giuste caratteristiche. In bocca al lupo, care mamme per questa piccola battaglia domestica e tutte le altre che verranno sul tema!!! E buon primo giorno di scuola a tutti.