Scopri il tuo peso ideale

Esistono numerose tabelle del peso ideale in relazione all’età, sesso e statura. Noi vi forniamo alcune regole per aiutarvi a calcolare in modo semplice il vostro peso ideale.

Pubblicato da Francesca Bottini Domenica 22 marzo 2009

Esistono numerose tabelle del peso ideale in relazione all’età, sesso e statura. Noi vi forniamo alcune regole per aiutarvi a calcolare in modo semplice il vostro peso ideale.

In linea generale i ginecologi consigliano di aumentare nei nove mesi per un massimo di 11-13 kg, considerando che l’aumento maggiore si verifica nel terzo trimestre, mantenendo uno stile di vita corretto ed un’ alimentazione sana durante la gravidanza.

E’ chiaro che hanno una primaria importanza il peso di partenza, il peso ideale ed eventuali situazioni che predispongano all’obesità, all’ipertensione e al diabete.

I problemi principali inoltre si verificano dopo la nascita: se una donna ingrassa troppo sarà poi molto difficile riuscire a smaltire i chili di troppo, considerando anche la nuova e impegnativa condizione di mamma.

Nel primo trimestre quindi non si dovrebbe aumentare più di 1-2 chili; se sommate il peso del feto (circa 50 grammi) e delle strutture di sostegno, dell’utero ingrossato, del seno e dall’accentuata ritenzione idrica gli aumenti esagerati, non considerando quelli legati a patologie particolari, non si giustificano.

Dal secondo trimestre, dove i segni della gravidanza sono più evidenti, solitamente si aumenta di 5 o 6 chili. E’ una fase molto importante dove bisogna stare attente anche in vista dell’ultimo trimestre caratterizzato da un sensibile aumento del bambino (considerate che il feto in questi mesi pesa circa un chilo).

Nell’ultima fase della gravidanza, il terzo trimestre, l’aumento medio è di 5 chili, dati dal peso del bambino, che normalmente raggiunge i 3 kg, e dall’ingrossamento fisiologico della madre.

Così come e sconsigliato aumentare di più di 11-13 kg, nello stesso modo è molto dannoso anche cercare rimanere magre in modo eccessivo durante la gravidanza.

Infine un consiglio furbo: per controllare, durante la gravidanza, l’accumulo di adipe sul corpo indipendente dal bambino, misurate la circonferenza superiore delle cosce ogni settimana, annotando le misure e l’aumento.