Salute bambini: troppe Tac anche se non necessarie

da , il

    Tutti noi conosciamo la Tac, uno strumento molto importante e prezioso per gli esami medici, per verificare a fondo la situazione di un paziente dopo un incidente o in moltissimi altri casi. L’allarme lanciato dai pediatri dell’Università della California pone l’accento sull’uso indiscriminato di questo strumento sui bambini: fondamentale per certe situazioni, la Tac in moltissimi casi potrebbe essere evitata. Il problema è soprattutto quello dei bambini che sono stati ricoverati d’urgenza con il sospetto di un trauma cranico.

    I pediatri hanno così preso in considerazione oltre 42.000 casi di bambini sottoposti a questo esame: spesso chi arriva in ospedale con un sospetto trauma viene sottoposto alla Tac, senza prendere in considerazione i possibili problemi.

    Basterebbero semplici esami per escludere i rischi più gravi: pensate che di tutti bambini presi in considerazione ben 15.000 erano stati sottoposti alla Tac, di questi, però, solo 60 erano poi stati sottoposti ad intervento chirurgico.

    E in tutti questi casi, spesso la Tac non era proprio necessaria, dato che i piccoli non avevano subito incidenti automobilistici o gravi lesioni cadendo dall’alto.

    La Tac infatti è una precauzione eccessiva in molti casi: quando i piccoli non hanno fratture alla base del cranio, quando non hanno perso conoscenza, quando hanno uno stato mentale normale e quando non vomitano. In tutti questi casi la Tac risulta un esame eccessivo.

    Evitare la Tac si potrebbe in moltissimi casi: un esame abbastanza invasivo a cui i piccoli potrebbero benissimo non essere sottoposti.