Salute bambini: sì alle mascherine anti-smog

da , il

    Salute bambini: sì alle mascherine anti-smog

    La salute dei nostri bambini è costantemente minacciata dalle sostanze tossiche e inquinanti che ci circondano e difenderli è il primo pensiero di tutti i genitori. Tra i tanti rischi a cui i più piccini vanno incontro, semplicemente varcando la porta di casa, c’è quello di sviluppare allergie, asma e malattie del sistema respiratorio a causa dello smog che, periodicamente, intasa le aree urbane più trafficate. La densa cappa di polveri sottili che troppo spesso aleggia sulle nostre città, seppur nociva per tutti, lo è particolarmente per le vie aeree dei bimbi, molto più delicate che in un individuo adulto.

    L’allarme smog è stato lanciato, qualora qualcuno avesse abbassato la guardia, dagli esperti di medicina respiratoria riuniti a Verona in occasione del 14mo Congresso “Asma bronchiale e BPCO: obiettivi, rimedi e strategie”. Tra le tante questioni che sono state dibattute dai massimi esperti del settore, sia italiani che stranieri, centrale è stato l’approfondimento “Inquinamento ambientale e rischio per la salute”.

    L’emergenza esiste ed è di strettissima attualità, visto che proprio di recente il sindaco di Milano Letizia Moratti si è vista costretta ad imporre le domeniche a piedi per cercare almeno un minimo di ridurre la concentrazione di polveri inquinanti nell’aria del capoluogo lombardo e dell’hinterland. Lo smog di Milano è proverbiale almeno quanto la sua nebbia, ma al di là delle trite barzellette, per chi ci deve convivere non è proprio motivo di risata. In special modo se si hanno bambini piccoli alle prese con bronchiti e allergie a causa, tra gli altri fattori scatenanti, anche dell’inquinamento.

    Come proteggerli? Gli esperti non hanno dubbi: con le mascherine. E’ purtroppo l’unico (scomodo) strumento che funga da filtro, impedendo che il bambino assorba davvero troppe sostanze nocive attraverso la semplice respirazione. Nei periodi di allerta, quindi, i genitori sono invitati a munirsi di mascherina anti-smog e a farla indossare al proprio bimbo, avendo cura che la tenga (cosa non semplicissima), almeno in quei tratti di strada particolarmente a rischio perchè trafficati.