Salute bambini, scuole decimate dai virus parainfluenzali

Tosse e febbre per tanti bambini che stanno lottando contro i malanni di stagione. Per curarli? Seguite le indicazioni del medico e fate molta attenzione all'alimentazione.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 16 gennaio 2012

Salute bambini, scuole decimate dai virus parainfluenzali

È un periodo difficile questo per la salute dei bambini. Le scuole sono decimate perché molti piccoli sono a casa con la tosse, che ha colpito circa 2 milioni di bimbi con meno di 18 anni, e la febbre. Questo è quanto ha stimato il pediatra di Milano Italo Farnetani che ha dichiarato: “Quest’anno ci sono molti piccoli alunni che non sono rientrati dalle vacanze natalizie. Un dato che riguarda anche i bambini più grandicelli, che vanno alle medie”.

Per quale motivo? “L’influenza in ritardo ha lasciato spazio ai virus parainfluenzali, che sono molto diffusi in questo periodo. Ma che si fanno sentire di più anche per colpa della crisi”. C’è da chiedersi come sia possibile che la crisi economica possa pesare sulla salute. In realtà una spiegazione c’è e non è neanche così strana.

L’umore influenza il nostro sistema nervoso. Le preoccupazioni per i conti della famiglia possono deprimere, creare depressione e di conseguenza rendere più vulnerabile il nostro sistema immunitario. Questa situazione è percepita anche dai bambini, che fanno loro, ovviamente, le emozioni di mamma e papà.

Come bisogna comportarsi? Ovviamente non c’è una soluzione. Bisogna solo cercare di non sovraccaricare i bambini dei nostri problemi. Cercate, inoltre, di curare l’alimentazione: risparmiare sui prodotti freschi non è un bene. Frutta e verdura, ricche di vitamina C, possono, infatti, tenere lontani i virus invernali.