Salute bambini, la campagna per incoraggiare l’igiene delle mani

Insegnare ai bambini a lavarsi le mani significa prevenire le infezioni. E' per questo che è partita una nuova campagna ministeriale

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 13 maggio 2011

Salute bambini, la campagna per incoraggiare l’igiene delle mani

La salute dei bambini può passare anche dalle mani. Purtroppo è proprio con questa parte del corpo che si trasmettono le principali infezioni. Sta per partire una nuova campagna, intitolata “La salute di mano in mano” e promossa dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS), che ha l’obiettivo di incoraggiare l’igiene delle mani nelle scuole. È davvero un progetto ambizioso perché toccherà ben 20 mila bambini e i loro insegnanti (circa mille).

Purtroppo le malattie infettive (banalmente anche solo il raffreddore o l’influenza) si trasmettono anche con il tatto. Per esempio, la manina non lavata dopo aver posizionata davanti alla bocca per bloccare uno sternuto. È un gesto classico, che però non igienico.

Una corretta igiene delle mani, secondo l’OMS, riduce infatti l’incidenza delle infezioni gastrointestinali del 30% e di quelle respiratorie del 40%. La scuola è un ambiente dove le infezioni pullulano e iniziare proprio tra i banchi questa campagna è un segnale forte.

Il Presidente SIPPS, Giuseppe Di Mauro, ha commentato: “L’età scolare è quella in cui i bambini creano le basi del loro stile di vita. Attraverso le attività ludiche e di divertimento i bambini riescono ad apprendere più velocemente abitudini di vita salutari”.