Salute bambini, è tornata l’influenza A

da , il

    Salute bambini, è tornata l’influenza A

    La salute dei bambini in inverno deve fare i conti con diversi mali di stagione. In prima linea, ovviamente, la classica influenza. Purtroppo c’è una brutta notizia che viene dall’estero: in Gran Bretagna, Stati Uniti e Canada è di nuovo allarme influenza A, ve la ricordate? L’anno scorso era stata anche chiamata “influenza suina”. Il Paese britannico è il più colpito dall’ondata di influenza stagionale, con un raddoppio in poche settimane dei cittadini che sono ricorsi alle cure del medico, saliti a 87,1 ogni 100mila persone. Vediamo meglio come sta avvenendo l’infezione.

    I casi più numerosi di contagio si sono verificati nella fascia d’età dei bambini tra 5 e 14 anni, tra quelli sotto i 4 anni di età e tra i 15 e 44 anni. Nonostante l’allarme, le autorità sanitarie britanniche ribadiscono che la situazione è sotto controllo e non c’è nessun rischio di pandemia.

    Come sempre non bisogna andare nel panico o creare false informazioni. Se sospettate che il vostro piccolo abbia un’influenza un po’ più forte o che non sia uguale a quella classica, chiedete consulto al pediatra o al medico di famiglia. Non andate nei pronto soccorsi e soprattutto tratta la febbre come fareste normalmente (3L).

    La maggior parte delle persone, ricordano i medici, guarisce dall’epidemia soltanto con molto riposo, dopo l’assunzione di liquidi e qualche antipiretico per sedare i dolori articolari.