Rientro a scuola: come risparmiare sul materiale scolastico

Il rientro a scuola è ormai alle porte ma come risparmiare sul materiale? Nonostante si tratti di una spesa notevole, seguendo alcuni accorgimenti è possibile ridurla notevolmente.

Pubblicato da Laura De Rosa Venerdì 29 agosto 2014

Rientro a scuola: come risparmiare sul materiale scolastico

Il nuovo anno scolastico è alle porte, i bimbi iniziano a provare l’ansia da rientro mentre i genitori si preoccupano delle spese che dovranno affrontare. Perché il materiale scolastico è tutt’altro che economico e di questi tempi una spesa del genere incide notevolmente sul bilancio familiare. Eppure risparmiare non è un’impresa impossibile purché si seguano alcuni accorgimenti. Con questi 6 consigli riuscirete a superare l’inizio dell’anno scolastico senza preoccupazioni e, se cercate qualche consiglio in più, qui trovate i nostri suggerimenti per aiutare vostro figlio o vostra figlia ad affrontare nel modo giusto il loro back to school.

1) Confrontate i prezzi

La prima cosa da fare per risparmiare sul materiale scolastico è fare un attento confronto dei prezzi. Infatti per un back to school all’insegna del risparmio dovrete adottare le stesse regole che usate per tenere sotto controllo il bilancio famigliare.
Supermercati, librerie e siti internet propongono materiale scolastico in offerta più o meno conveniente: dagli zaini ai libri, dagli astucci ai quaderni, dai grembiuli alla cancelleria. Inoltre diversi punti vendita predispongono di comodi kit scuola comprendenti tutto l’occorrente per il primo giorno (zaino, quaderni, astuccio, penne, pennarelli, matite, gomme ecc.) a prezzi fissi ed economici.
Insomma, confrontare le diverse offerte sarà anche un compito noioso ma ne vale la pena, infatti si può arrivare a un risparmio complessivo del 50%.

2) Acquistate libri usati

Anche se qualche bimbo fa le smorfie davanti ai libri usati, il risparmio è notevole, senza contare che solitamente vengono rivenduti in condizioni ottimali.
In questo caso l’acquisto può esser effettuato online o in alcune librerie specializzate. Sfruttate l’occasione per contenere le spese e insegnare a vostro figlio il valore del risparmio.

3) Valutate il rapporto qualità/prezzo

Il prezzo è importante ma lo è altrettanto la qualità del materiale. Chiaramente un prodotto ben fatto durerà più a lungo e quindi sarà possibile riutilizzarlo per qualche anno.
Ovviamente dovete considerare che, sul momento, affronterete una spesa leggermente maggiore ma, sul lungo periodo, il risparmio sarà notevole.
Non dimenticate però che i bambini potrebbero fare i capricci e voler cambiare alcuni accessori nel corso degli anni; spendete di più per zaini e cartelle che dureranno a lungo e risparmiate sulla cancelleria e sugli astucci che potrete cambiare con maggiore frequenza.

4) Acquistate sul web

Comprare materiale scolastico online è sicuramente in cima alla lista delle cose da fare se vi chiedete come risparmiare.
Il web vi consente di confrontare a tempo zero moltissime offerte e il prodotto, una volta ordinato, arriva comodamente a casa propria. Il mercato scolastico online accontenta anche i più diffidenti, moltissimi negozi consentono il pagamento in contrassegno con possibilità di restituzione, onde evitare brutte sorprese.

5) Acquistate nei supermercati

Oltre al web, non dimenticate i supermercati, qui infatti con sconti e offerte si può risparmiare fino al 30% rispetto alla cartolibreria.
Tuttavia nei supermercati potreste cadere nella trappola dei cosiddetti “prodotti civetta”. Molti supermercati con l’inizio dell’anno delle scuole vendono materiale scolastico sottocosto puntando sul fatto che voi oltre a quello acquisterete anche molto altro. Ci sarà quindi qualcosa in super offerta e altri prodotti a prezzo pieno; voi sarete spinti a comprare quel prodotto e, visto che vi trovate al supermercato, probabilmente acquisterete lì anche il resto del materiale scolastico.
Per evitare di cadere in queste strategie di marketing, dirigetevi al supermercato con una lista precisa, comprate i prodotti civetta scontati e cambiate supermercato per continuare i vostri acquisti.

6) Evitate di acquistare tutto subito

Spesso le mamme e i papà si dedicano all’acquisto del materiale scolastico a settembre, prima dell’inzio della scuola. In questo modo pensate forse di aver portato a termine in modo efficiente uno dei tanti impegni che vi si presenteranno quando vostro figlio inizierà la scuola. Eppure se volete risparmiare questa non è la scelta migliore; a settembre infatti i prezzi del materiale scolastico sono molto più alti.
Per questo motivo, un trucchetto semplice consiste nel comprare solo l’indispensabile per le prime due settimane di scuola e acquistare le scorte di quaderni e penne in un momento successivo.
Infine non dimenticate che ogni insegnante ha le sue richieste quindi converrà aspettare qualche giorno per fare acquisti mirati e evitare di spese inutili.