Quinto mese di gravidanza, cosa succede?

Scopriamo cosa succede alla mamma e al feto dalla 17esima alla 20esima settimana di gravidanza: si è nel quinto mese e finalmente è possibile avvertire con chiarezza i movimenti del bambino. E' il momento di effettuare l'ecografia morfologica, per controllare la salute del feto, ma non solo: scopriamo cosa succede e cosa fare nel quinto mese di gravidanza

da , il

    Quinto mese di gravidanza, cosa succede?

    Il quinto mese di gravidanza, che ha inizio a 17 settimane e 5 giorni, è una fase bellissima perché siete quasi a metà dell’opera. Ma cosa succede in questo periodo? Il bimbo ora percepisce bene gli stimoli esterni e il suo tatto è simile a quello di un bambino di un anno. Possiamo dire che il feto è quasi del tutto formato e la colonna vertebrale e l’apparato uditivo sono ormai completi. Ma cosa succede, invece, alla mamma e al suo corpo? La pancia inizia a pesare un po’ e ci si può sentire stanche. Ma questo è anche il periodo in cui si avvertono distintamente i movimenti del bambino nella pancia! Scopriamo di più sul quinto mese di gravidanza.

    La mamma al quinto mese di gravidanza

    Con l’inizio del quinto mese di gravidanza per voi mamme inizia una fase fisicamente più impegnativa.

    Al quinto mese di gravidanza la pancia è ormai cresciuta e inizia a pesare un pochino. Pensate che alla fine di questo mese l’utero arriva a misurare circa 22 centimetri, mentre prima della gravidanza ne misurava solo 7. La futura mamma riesce ancora a piegarsi in avanti e a sedersi comodamente senza difficoltà.

    Con il quinto mese di gravidanza la maggior parte delle donne che hanno sofferto di nausee gravidiche possono tirare un sospiro di sollievo, anche se da questo momento si potrebbero presentare altri fastidi antipatici.

    Può capitare che sopraggiungano dei lievi dolori al basso ventre simili alle contrazioni dovute ai movimenti del bambino.

    Molte future mamme potrebbero anche notare la comparsa di macchie cutanee sul viso e le prime smagliature dovute all’improvvisa crescita della pancia, quindi ricordatevi di proteggere il viso con una buona crema protettiva e di massaggiare il corpo con una crema idratante o un olio.

    Fate attenzione anche alla circolazione sanguigna perché vene varicose, emorroidi e cellulite potrebbero essere in agguato.

    Dall’inizio del quinto mese di gravidanza potreste anche cominciare a sudare di più, produrre molta più saliva, soffrire di congestione nasale e riscontrare un aumento delle perdite vaginali.

    La crescita del feto a cinque mesi

    Durante il quinto mese di gravidanza il feto è quasi del tutto formato e la sua testa comincia a ricoprirsi di una leggera peluria, mentre la pelle del suo corpicino si ricopre di una sostanza protettiva prodotta dalle ghiandole sebacee.

    Le palpebre vedono la nascita delle ciglia e l’iride dell’occhio si colora.

    Durante l’ecografia sarà facile vedere il feto succhiarsi il pollice mentre dorme, attività che compie dalle 16 alle 20 ore al giorno.

    Esami e controlli quinto mese di gravidanza

    Il quinto mese di gravidanza segna il momento della seconda ecografia, chiamata ecografia morfologica perché è fatta appositamente per controllare tutti gli organi e la corretta formazione delle varie parti costituenti il corpo del feto, che a cinque mesi ha un peso di circa 240-250 grammi e una lunghezza di 20 centimetri.

    Per scongiurare patologie genetiche e cromosomiche, entro la diciottesima settimana è consigliabile effettuare l’amniocentesi, un esame invasivo che però è l’unico -insieme alla villocentesi- a dare risposte certe sul DNA fetale; queste analisi vengono richieste dal medico ginecologo e non è detto che chiunque le debba eseguire.

    Alcune mamme possono scegliere di effettuare anche la flussimetria Doppler materna, un esame non obbligatorio ma utile per verificare il normale afflusso di sangue dall’arteria uterina alla placenta.

    È importante che poi si continuino ad effettuare gli esami del sangue e delle urine, e se non lo avete ancora fatto, ricordatevi di sottoporvi al toxo-test per avere la certezza di non aver contratto la toxoplasmosi, in gravidanza particolarmente problematica.

    Sport al quinto mese

    Dopo la 17esima settimana di gravidanza è consigliabile iniziare gli esercizi di yoga in gravidanza e di preparazione al parto, compresi quelli per il controllo della respirazione, da molte donne giudicati utilissimi al momento del travaglio.

    Per quanto concerne il sonno dovrete imparare a dormire assumendo una posizione ben precisa: la migliore posizione d’ora in avanti sarà quella che che vi vede distese sul fianco sinistro con le gambe leggermente flesse.

    L’alimentazione da seguire il quinto mese

    Dopo la diciassettesima settimana di gravidanza il peso potrebbe iniziare ad aumentare e la mamma deve cominciare a controllare l’alimentazione. Ma cosa mangiare per non ingrassare e prendere chili? Il segreto è alimentarsi con tutto un po’ ma senza esagerare, preferendo quegli alimenti ricchi di sostanze benefiche per voi e per il bambino ossia ricchi di acido folico, fibre, vitamine e proteine preferendo quelle vegetali, ricordando anche di evitare i cibi crudi per evitare la toxoplasmosi.

    Ma volete sapere qual è la cosa più bella del quinto mese di gravidanza? La futura mamma, sia primipara che non può cominciare a sentire il suo bambino muoversi dentro alla pancia!