Quanto costa avere un bambino: il primo anno è il più caro

Il primo anno di un bambino è il più caro in assoluto. Tantissimi gli aumenti in moltissimi campi, come per i biberon, le culle e i prodotti per l’igiene del piccolo.

Pubblicato da Francesca Bottini Lunedì 21 marzo 2011

Quanto costa avere un bambino: il primo anno è il più caro

I neo genitori se ne saranno accorti: avere un figlio costa parecchio, sia in termini di impegno ma soprattutto in termini economici. Da una recente indagine di Federconsumatori è emerso che, per mantenere un bambino nei primi 12 mesi di vita, si va da un minimo di 6.119 euro fino ad un massimo di 13.486. Decisamente cifre da capogiro! Questa indagine è stata svolta a livello nazionale per calcolare gli aumenti delle spese per mantenere un bambino nel primo anno di vita: l’aumento, rispetto al 2010, è, rispettivamente, del 5% e del 4%. I prodotti che hanno subito i rincari maggiori sono il biberon, il bagnetto, la culla e tutto il necessario per l’igiene.

Ma ora vediamo qualche dato nel dettaglio: pensate che per i pannolini bisogna preventivare fra i 600 e i 990 euro l’anno (aumento del 3% rispetto al 2010), per pappe e latte si varia fra 1.458 e 3.250 euro. Anche i biberon incidono sulle spese: la confezione da quattro bottiglie nel 2010 costava dai 22 ai 36 euro, ora costa da 28 a 44 euro (variazione rispettivamente del 27% e 22%).

Anche lo sterilizzatore ha subito un aumento impressionante: l’anno scorso il prezzo variava tra i 47 e i 79 euro mentre oggi servono dai 49 agli 86 euro. Aumentano anche le culle, con un prezzo medio che è passato dai 170-410 euro del 2010 ai 182-419 euro del 2011, i lettini, passati da 240-710 euro a 255 – 729 euro.

Pare proprio che nulla sia immune ai rincari del 2011. Anche per l’igiene del piccolo si spendono molti più soldi: il fasciatoio e il bagnetto sono passati, rispettivamente, dai 69-330 del 2010 ai 75-349 euro del 2011 e dai 29 – 89 euro mentre nel 2010 ai 24 – 75 euro.

E’ possibile cercare di risparmiare? “Per risparmiare – spiega Federconsumatori– consigliamo di acquistare i cosiddetti ‘tris’, ovvero carrozzine che, a seconda di come vengono regolate, si trasformano in passeggino o ovetto per l’auto. Questa tipologia di accessori può costare tra i 329 e i 650 euro”.

Anche le visite mediche, per le quali si spendono da 740 a 1.750 euro l’anno, hanno subito forti rincari: “Purtroppo – sottolinea Federconsumatori- i dati confermano che raramente i medici del Servizio sanitario nazionale fanno visite a domicilio e così i genitori sono per lo più costretti a chiamare pediatri privati il che equivale a spese molto ingenti, mai inferiori a 125 euro”.