Prepararsi al parto: un aiuto dalla psicoprofilassi

da , il

    C’è chi lo affronta con un po’ più di serenità e chi invece ne ha un terrore folle: il parto è sempre un momento carico di paure, ansie ed aspettative. La paura del parto però è veramente molto diffusa: ci sono metodi come l’anestesia epidurale che rendono meno doloroso e traumatico questo momento. Molto spesso però i corsi pre-parto non aiutano le donne a superare la paura e lo stesso per il parto: la psicoprofilassi invece parte da un approccio molto diverso, studiato caso per caso, e che aiuta ogni donna ad essere più consapevole per proprio corpo e della propria individualità di madre. E’ importante quindi un approccio anche psicologico al parto, cosa che molti corsi trattano solo superficialmente.

    “Molte ragazze oggi scelgono addirittura di non avere figli poiché bloccate dalla paura del dolore fisico che un parto dovrebbe comportare, dimenticando che un atteggiamento psicologicamente adeguato può lenire di gran lunga il dolore, meglio di qualunque altro metodo anestetico.” Ecco le parole dello Psicologo Dott. Alessio Testani.

    Sapere come affrontare il dolore può servire nel parto ma anche nella vita. E’ un approccio fondamentale che va oltre i classici metodi analgesici che possono diminuire (ma mai far scomparire) il dolore fisico.

    Pensate che ad esempio, per quanto riguarda l’epidurale non tutte le donne la possono fare: anche se vi siete sottoposte a tutti gli esami e avete avuto il via libera, durante il parto può succedere che l’analgesia non funzioni o che arriviate in ospedale troppo tardi per poterla fare.

    Una donna poco preparata al parto dal punto di vista psicologico potrebbe avere seri problemi davanti ad un’eventualità del genere.

    “La psicoprofilassi al parto è un’altra cosa: innanzitutto è un percorso univoco per ciascuna donna, non è fatta di regole da seguire in maniera standard per tutte le donne. Ognuno di noi è unico, e perché un metodo possa riuscire deve anch’esso essere unico, adatto ai bisogni e alla realtà psichica della donna che diventerà madre, sicché occorre un percorso personalizzato per ciascuna, che non sarà mai uguale a quello di un’altra.” Conclude il Dott.Testani.

    Un approccio individuale che individua le paure personali di ogni donna e le aiuta in questo difficile ma bellissimo cammino.

    Fotografie tratte da

    blogmamma.it emotionartsacademy.org pourfemme.it cosedicasa.noiblogger.com birthtransitions.com tuttomamma.com bachecaannunci.it