Prepararsi al parto con la danza del ventre

Nella preparazione al parto con la danza del ventre si eseguono movimenti lenti, fluidi e circolari, abbinati al respiro lento e profondo, che aiutano la futura mamma a sentire il corpo e in particolare il bacino.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 29 marzo 2010

Ci sono tanti modi per prepararsi al parto. Qualche signora fa della ginnastica dolce, alcune preferiscono la musicoterapia perché rilassa la muscolatura e anche il bambine, altre vanno in piscina. Però le più ironiche sono coloro che scelgono la danza del ventre. Può sembrare strano, ma è davvero un sport (mi permetto di definirlo così) molto appropriato: intanto perché è fatto di movimenti dolci e lenti, poi perché c’è una tecnica di respirazione utile. In più si continua a pensare anche alla propria sessualità e alla bellezza di un corpo che cresce e si trasforma. Ecco perché a partire dalla 21esima settima siete invitate a danzare al consultorio di Vercelli.
Nella preparazione al parto con la danza del ventre si eseguono movimenti lenti, fluidi e circolari, abbinati al respiro lento e profondo, che aiutano la futura mamma a sentire il corpo e in particolare il bacino.

In questo modo, al momento della nascita, saranno proprio quei movimenti, insieme al respiro (quello lento di prima), ad agevolare la discesa del bambino nel canale del parto. Ma la danza del ventre ha benefici su tutto il corpo e può essere utile anche per ritornare in forma dopo il parto. L’attività si svolge presso il consultorio Familiare di Vercelli dalle 14,30 alle 16. Tel 0161/256792
Foto tratte da
angeloscuderi.splinder.com
zephyrdanza.it