Post parto, le neo-mamme più pericolose alla guida

L'effetto cicogna, spiegano gli esperti, dovrebbe scomparire entro 6 settimane dopo la nascita del bebè, ma nelle donne esaminate, neo-madri tra i 22 e i 39, a distanza di 12 settimane l'esaurimento delle energie psicofisiche non era ancora ripristinato. I nuovi ritmi, le notti in bianco non permettono di recuperare lo stress fisico.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 2 febbraio 2010

Prendiamo la macchina in automatico. Ormai non pensiamo neanche più quali siano i movimenti da fare per metterla in moto e raggiungere la destinazione che ci interessa. Vi è mai capitato di uscire dall’ufficio e arrivare a casa senza ricordare di aver percorso la strada? Tutto questo vuol dire che c’è una dose di disattenzione (inconsapevole) e che sembra aumentare dopo aver portato a termine una gravidanza. Dopo il parto, per le neo-mamme è più facile incorrere in un incidente con l’auto. Risultato di un curioso studio di un ente di ricerca sui sinistri automobilistici, il CARRS-Q.Questo è un motivo in più per ricordarci le regole di sicurezza.

L’effetto cicogna, spiegano gli esperti, dovrebbe scomparire entro 6 settimane dopo la nascita del bebè, ma nelle donne esaminate, neo-madri tra i 22 e i 39, a distanza di 12 settimane l’esaurimento delle energie psicofisiche non era ancora ripristinato. I nuovi ritmi, le notti in bianco non permettono di recuperare lo stress fisico.

Le donne riferivano infatti di avere la testa come un sasso, avvolta in una nebbia continua e di guidare come se avessero ”il pilota automatico”. L’indagine ha infatti stabilito che lo stress post-partum è paragonabile agli effetti dell’alcol sulla prontezza al volante: 17 ore di veglia continua valgono la soglia dello 0,05% di alcol nel sangue, con 24 ore ad occhi aperti su supera la soglia dello 0,1%.

Foto tratte da
intravino.com
caoazul.com
mammenellarete.it
msn.com
blogo.it