Poesie per Capodanno: L’Anno Nuovo di Gianni Rodari

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 29 dicembre 2009

Poesie per Capodanno: L’Anno Nuovo di Gianni Rodari

Le poesie e le filastrocche non si devono esaurire con il Natale. È per questo che voglio proporre a voi e ai vostri bambini un’altra composizione di Gianni Rodari. Come vi ho già raccontato il mondo di Rodari è fatto di magia e giochi ed è davvero divertente per i piccoli imparare le sue filastrocche. Se per caso a scuola non hanno aiutato i vostri bimbi a memorizzare gli auguri o avete piacere di dedicare un momento di protagonismo al vostro cucciolo, fatelo con Anno Nuovo. È molto breve e facile. Sarà un po’ come tornare bambini.
Indovinami, indovino
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto, o metà e metà?

“Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo del lunedì
avrà sempre un martedì.

Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno”.

Mi raccomando la tecnica prevede che le studiate con vostro figlio. Sennò non vale.