Poesie di Natale: studiatele con i vostri bambini

Continuiamo il nostro appuntamento con le poesie di Natale per i bambini. E’ un momento molto importante per la famiglia

Pubblicato da Francesca Bottini Domenica 6 dicembre 2009

Poesie di Natale: studiatele con i vostri bambini

Continuiamo il nostro appuntamento con le poesie di Natale per i bambini. E’ un momento molto importante per la famiglia: ecco perché il vostro piccolo sarà molto felice di poter studiare insieme a voi le poesie più belle per poi recitarle durante il pranzo o la cena di Natale con parenti e amici. Prima di scartare i doni questo è un momento classico in cui i piccoli recitano poesie o cantano canzoncine. Ecco qualche spunto.

La luce
Giuseppe Pellegrino
La luce guardò in basso
e vide le tenebre:
“Là voglio andare” disse la luce.
La pace guardò in basso
e vide la guerra:
“Là voglio andare” disse la pace.
L’ amore guardò in basso
e vide l’odio:
“Là voglio andare” disse l’ amore.
Così apparve la luce
e innondò la terra;
così apparve la pace
e offrì riposo;
così apparve l’ amore
e portò la vita.
“E il Verbo si fece carne
e dimorò in mezzo a noi”.

Lettera a Gesù
M. Lodi
Caro Gesù,
dà la salute a Mamma e Papà
un pò di soldi ai poverelli,

porta la pace a tutta la terra,
una casetta a chi non ce l’ha
e ai cattivi un pò di bontà.
E se per me niente ci resta
sarà lo stesso una bella festa.

Nasce Gesù
di Luisa Nason
Campana piccina
che attandi lassù
intona il tuo canto
che nasce Gesù.
O stella, stellina
che brilli lassù,
ravviva il tuo lume
che passa Gesù
O cuore piccino
che attendi quaggiù
prepara i tuoi doni
che nasce Gesù.

Natale oggi!
di Augusto Torre
Le luci variopinte,
nei negozi
battono strade illuminate
al neon,
sovraffollate.
La gente ha fretta
non può stare
un minuto a pensare
ad ascoltare il cuore.
“Per mamma questo
e quest’altro per il nonno,
un pacchetto modesto
per il tale
così sarà contento
il giorno di Natale”.
E’ tutto bene in mostra,
già scelto
impacchettato,
infiocchettato,
così bene,ch’è peccato
aprirlo, e lo si acquista
così confezionato.
Che ci sarà?
Doppia sorpresa: a chi lo riceve
a chi lo dà.