Pillola, quelle di nuova generazione sono pericolose

la rivista Altroconsumo ha riportato un editoriale pubblicato sulla prestigiosa rivista medica "British Medical Journal" scritto a seguito dell'uscita di alcuni recenti studi scientifici che metterebbero in discussione la sicurezza di una serie di nuove pillole anticoncezionali. E novità delle novità vengono rivalutate le pillole “vecchie”.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 20 dicembre 2009

Pillola, quelle di nuova generazione sono pericolose

Prima vengono sponsorizzate come quasi benefiche. Una prometteva di curare anche la cellulite, ora le pillole anticoncezionali di nuova generazione (come Yasmin,Yaz e Yasminelle)sono considerate pericolose . Lo dichiara la rivista Altroconsumo riportando un editoriale pubblicato sulla prestigiosa rivista medica “British Medical Journal” scritto a seguito dell’uscita di alcuni recenti studi scientifici che metterebbero in discussione la sicurezza di una serie di nuove pillole anticoncezionali. E novità delle novità vengono rivalutate le pillole “vecchie”.

Sebbene tutte le pillole anticoncezionali rallentino la circolazione venosa e potenzialmente possono in rari casi provocare trombosi venosa, questi nuovi studi hanno mostrato che questo possibile rischio è più alto con queste nuove pillole con non con le vecchie. Se poi si tiene conto che ormai tutte le pillole sono efficaci in larga percentuale nel prevenire le gravidanze, allora è inutile correre altri rischi per la salute ed è senz’altro meglio ricorrere a quelle che presentano minori effetti indesiderati. L’anello in quale categoria sarà inserito?

Quale può essere la spiegazione di questo risultato, che tra l’altro mi ha lasciato sbalordita? Gli esperti della rivista sostengo che il rischio di trombosi venosa diminuisce proporzionalmente al diminuire del contenuto di etinilestradiolo (nome scientifico dell’estrogeno) e le pillole che sono da maggior tempo in commercio, cioè quelle più vecchie, contengono levonorgestrel (nome scientifico del progestinico) sono anche da considerarsi le più sicure e con meno rischi per la salute.

I preservativi restano sempre gli anticoncezionali più sicuri, se usati correttamente, perchè non hanno controindicazioni.