Pillola, donne dubbiose su quella per uomini

La pillola, nonostante quello che dicano i medici, ha diversi effetti collaterali e l’idea di dividere l’assunzione con il partner è un cosa ottima. È un modo per responsabilizzare anche il compagno, oltre che far riposare un po’ il corpo.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 31 gennaio 2010

Pillola, donne dubbiose su quella per uomini

Le donne sono anni che assumono anticoncezionali orali e sanno bene quanto sia difficile ricordarsi ed essere constanti. Proprio per questo secondo i risultati di un’indagine condotta da uno studio dell’università inglese di Teesside, pubblicato dal Journal of Family Planning and Reproductive Health Care, non si fidano del pillolo. E come dare torto. Il farmaco, già molto famoso, ma non è ancora in commercio. La ricerca ha interrogato 240 donne e 140 uomini cui sono state poste domande sull’eventualità di utilizzare la contraccezione maschile, attualmente in sperimentazione in diversi paesi.
La pillola, nonostante quello che dicano i medici, ha diversi effetti collaterali e l’idea di dividere l’assunzione con il partner è una cosa ottima. È un modo per responsabilizzare anche il compagno, oltre che far riposare un po’ il corpo.

“Siamo giunti a tre conclusioni principali – spiega Judith Eberhardt, autrice della ricerca – la prima è che sia gli uomini che le donne hanno una buona percezione della contraccezione orale maschile, e pensano che sia una buona idea. Le donne però non si fidano della capacità degli uomini di ricordarsi di prendere la pillola tutti i giorni, e pensano sarebbe meglio studiare qualche soluzione che preveda ad esempio un singolo impianto che dura anni, come quelli già sviluppati per le donne. Infine gli uomini che hanno una relazione stabile sono più favorevoli rispetto a quelli che hanno rapporti occasionali”.