Peter Pan Onlus accanto alle famiglie dei bimbi malati

Peter Pan Onlus è una Associazione di volontariato che ha creato delle strutture di accoglienza gratuite per le famiglie di piccoli pazienti oncologici provenienti da fuori Roma.

Pubblicato da Paola Perria Martedì 14 settembre 2010

Peter Pan Onlus accanto alle famiglie dei bimbi malati

Peter Pan, se ricordate bene la storia, era un bambino che non voleva crescere, convinto che gli adulti fossero tutti indifferenti ed egoisti, proprio come si erano rivelati i suoi genitori, pronti a sostituirlo con un altro figlio, quando il bimbo era scomparso da casa. Ben lontana dalla nebbiosa Londra, da cui scappa il piccolo Peter, a Roma, ha sede una Onlus che proprio dal protagonista del celeberrimo romanzo di Barrie prende il nome. Si occupa di aiutare concretamente le famiglie di bambini malati di cancro che non abitano nella capitale, ma che vengono curati nelle strutture ospedaliere della città.

In modo assolutamente gratuito, solo grazie all’iniziativa, alla generosità e alla disponibilità di tanti volontari, questa Associazione, nata nel 1994, ospita in proprie strutture i familiari dei bimbi malati e i bimbi stessi, qualora questi non siano ospedalizzati o ricevano le cure in regime day-hospital. Uno sberleffo all’egoismo, una pernacchia all’indifferenza, affinchè nessun bambino sofferente, nessun genitore in ansia per la salute del proprio figlio, si senta abbandonato a se stesso, e sia costretto ad affrontare in solitudine una prova così difficile, con l’aggravio economico e i disagi di spostamenti continui e prenotazioni alberghiere.

Le strutture ospitanti della Peter Pan Onlus sono, al momento, tre: la prima venne inaugurata nel 2000, si chiama la Casa di Peter Pan e ospita i piccoli in cura presso l’Ospedale Bambin Gesù. e relativi familiari. La seconda, chiamata appunto La Seconda Stella, inaugurata nel 2004, accoglie genitori e piccoli pazienti oncologici del Policlinico Umberto I a cui si è aggiunta, nel 2007, la terza casa, La Stellina, che sorge vicinissima alla prima Casa.

Non è necessario sottolineare quanto sia importante che esistano, in Italia, specialmente in quelle città in cui sorgono poli ospedalieri che ricoverano ogni anno tanti bambini affetto da varie forme di cancro, organizzazioni di volontariato che vadano a colmare le lacune a cui lo Stato italiano non riesce a far fronte. Ogni Casa gestita dalla Onlus, è dotata, oltre alle camere da letto, di stanze e ambienti condivisi, come sale comuni e cucine, in cui le famiglie possono ritrovarsi e affrontare insieme la grande sfida, anche e soprattutto psicologica, che li vede accomunati. In questo modo, con la solidarietà reciproca, stare vicini e sostenere i propri bambini diventa più facile.

L’Associazione Peter Pan, però, a differenza di Peter, desidera crescere e ingrandirsi! Ha, infatti, un grande e nuovo progetto, veder sorgere una quarta Casa: La Grande Casa di Peter Pan, la quale andrà a sostituire la Seconda Stella, e verrà realizzata in uno stabile molto vicino alla prima Casa. In questo modo, tutte le strutture d’accoglienza della Onlus si troveranno vicine, in zona Trastevere, pronte ad aprire le porte alle tantissime famiglie che chiederanno di entrare per trovare alloggio e conforto.

Per vedere questo sogno diventare realtà, c’è però bisogno del nostro aiuto! Un piccolo sostegno, per dare una mano a chi soffre. Sarà sufficiente inviare un SMS da 2€ al numero 45506 (operatori Vodafone-TIM-Wind-3), o da rete fissa Telecom Italia dal 10 al 30 settembre 2010. Cosa aspettate? Io l’ho già fatto…Per ulteriori info e contatti: www.peterpanonlus.it