Paura di diventare mamma? Ecco come si supera

Diventare mamma spaventa, subentrano tante ansie sulle proprie capacità. E' normale e questo stress diventa ancora più forte a ridosso del parto, ma non bisogna farsi prendere dallo sconforto

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 14 giugno 2010

Paura di diventare mamma? Ecco come si supera

Credo che sia umana la paura di diventare genitore ed è ugualmente forte per la mamma e per il papà. All’inizio ci sono tutti i dubbi sulla propria capacità: sarò in grado di prendermi cura del bambino, di spostare la mia attenzione dalle mie esigenze a quelle di un altro esserino indifeso, saprò essere paziente e capire di cosa ha bisogno? Queste sono le domande più frequenti. Ci sono persone che non trovano risposte e preferiscono rinunciare. Non dovete farvi intimorire da questo piccolo panico, perché si supera al primo sorriso.
Certo diventare mamma comporta una responsabilità enorme. Perché il ruolo del genitore non si conclude dando da mangiare e fornendo una casa accogliente. Ci sono tante responsabilità: prima tra tutte l’educazione, quello strumento che permetterà al bambino di diventare un individuo parte responsabile di una società.

Le donne devono fare i conti con questo problema, anche se poi non è un vero problema, durante tutta la gravidanza. Si raggiunge l’apice a poche settimane dal parto. Non dovete sviluppare pensieri negativi: purtroppo non esistono manuali o corsi di studio, la mamma trova le risposte solo affrontando la quotidianità con il suo piccolo.

Si diventa genitori, non si nasce. E lo si può diventare solo sul campo. Questo comporta necessariamente la possibilità dell’errore, ma per questo non deve mancare la fiducia. E poi si sbaglia, ci si corregge e la prossima volta di farà meglio. Non ci sono regole o giudici, bisogna basarsi sull’istinto e magari farsi aiutare da qualcuno di fiducia: una nonna, una zia, un’amica.

Foto tratta da donnaclick.it