Parto prematuro, succede nel 10% dei casi

Un bambino su dieci nasce prematuro, e di questi molti avranno problemi di salute cronici mentre altri non ce la fanno e muoiono nel primo mese di vita. È questo il risultato presentato dall’organizzazione non governativa March of Dimes

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 6 ottobre 2009

Nuovo dato sulle nascite. Abbiamo parlato spesso, soprattutto nei post relativi ai mesi della gravidanza, della nascita e delle emozioni che la precedono. Secondo un recente studio un bambino su dieci nasce prematuro, e di questi molti avranno problemi di salute cronici.
Lo ha sostenuto l’ organizzazione non governativa March of Dimes durante la quarta Conferenza internazionale sui difetti alla nascita e le disabilità nei Paesi emergenti, inaugurata ieri a New Delhi, in India.

I Paesi in cui nascono più bimbi prematuri sono l’Africa (11,9 per cento), stupisce trovare il Nord America (10,6 per cento) al secondo posto. Seguono poi Asia (9,1 per cento), America latina (8,1 per cento) Australia (6,4 per cento) ed Europa 6,2 per cento).

Il dato relativo al Nord America sembra essere dovuto all’aumento dei tentativi di avere figli a tarda età. Il numero di donne che cerca di diventare mamma dopo il trentacinquesimo anno di età è cresciuto sensibilmente. Le nascite premature, oltre che a gravi problemi di salute, comportano anche un aumento delle spese per la sanità pubblica.

Foto tratta da
bravibimbi.it
mammenellarete.it
newsfood.com