Parto prematuro: il 17 novembre “Giornata internazionale neonato pretermine”

da , il

    Parto prematuro: il 17 novembre “Giornata internazionale neonato pretermine”

    Parto prematuro significa neonato, prematuro. Ovvero, un bebè che viene al mondo prima del termine naturale della gravidanza. Stiamo parlando del 7% circa del totale delle nascite, pari a 5000 neonati l’anno, nella sola Italia. I piccoli prematuri non hanno solo un peso inferiore ai 2 kg e mezzo, considerato il limite della normalità, ma soprattutto non hanno concluso perfettamente il loro sviluppo intrauterino, ed è questo il problema principale. Tant’è vero che, come sottolineano i pediatri, può capitare che anche neonati di peso giusto ma pretermine, possono comunque manifestare dei deficit nelle funzioni vitali.

    Difficoltà respiratorie, di termoregolazione, di alimentazione e rallentamento della crescita, queste sono le principali problematiche a cui vanno incontro questi bimbi. Poichè è oramai possibile “salvare” la quasi totalità dei neonati prematuri, grazie alle nuove tecniche della medicina, l’utilizzo delle incubatrici ecc. ecc., si tende a sottostimare l’incidenza che una nascita pretermine determina nel successivo manifestarsi di patologie e disturbi di varia natura.

    Un aumento delle malattie croniche nei bambini è infatti conseguenza anche di questo “avanzamento” della medicina, poichè la maggior parte dei bebè che oggi sopravvive al parto prematuro, in passato sarebbe stato destinato a morte certa. E’ molto importante che le cure mediche neonatali continuino a migliorare e progredire, onde assicurare a tutti i piccoli nati pretermine e salvati, come si dice, “per il rotto della cuffia”, anche una qualità migliore della vita futura.

    Per questo, naturalmente, sono necessari fondi e un’attenzione costante al problema. Il 17 novembre 2010 è stata proclamata, per il secondo anno consecutivo, Giornata Internazionale del Neonato Pretermine, promossa dal Coordinamento Nazionale Vivere Onlus e dalla Fondazione Europea per l’Assistenza Neonatale (EFCNI). Scopo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare tutta la società civile affinchè si impegni al fianco dei “piccoli combattenti” (così come sono stati affettuosamente definiti tutti i neonati pretermine) per sostenere la loro battaglia alla conquista della vita.

    Se siete genitori di un bimbo prematuro, o siete interessati a conoscere con maggiori dettagli il problema, e, magari, a dare il vostro contributo alla ricerca e all’assistenza, potete cliccare sul sito web del’Associazione Vivere:

    www.vivereonlus.com