Parto prematuro, c’è una spiegazione genetica

Le donne nate prematuramente o che hanno fratelli prematuri hanno oltre il 50% delle possibilità di avere un parto prima del termine della gravidanza

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 30 maggio 2010

Esiste una spiegazione genetica per i parto prematuro. La paura di non raggiungere il termine e mettere al mondo il bimbo troppo presto c’è per tutte le donne. È un’ansia naturale che la mamma si porta dentro nove mesi, a volte senza motivo. Il rischio di parti prematuri potrebbe essere genetico. A sostenerlo è una ricerca dell’Universita’ di Aberdeen secondo cui se una donna e’ nata prematura o ha fratelli o sorelle che hanno avuto questo problema ha il 50-60 per cento di probabilita’ in piu’ di dare alla luce un bambino troppo presto. Insomma guardatevi in casa, studiate la storia della vostra famiglia per avere già un’idea in più.

Lo studio e’ basato sui registri di 22.343 mamme scozzesi e secondo gli autori potrebbe aiutare a pianificare i parti nelle pazienti a rischio. In effetti se già si sa che possono correre un rischio simile, si può programmare anche la nascita.

I ricercatori hanno trovato che la probabilita’ per una donna nata prematura di avere un parto pretermine e’ del 60 per cento piu’ alta per la prima gravidanza e del 50 per cento maggiore per quelle successive. “Lo studio suggerisce un’origine genetica per i parti prematuri – ha affermato Sohinee Bhattacharya, autore della ricerca – ora dobbiamo trovare quali sono i geni coinvolti”.

Foto tratte da
elconfidencial.com
tantasalute.it
tuttomamma.com
tuttovitamine.it
stetoscopio.net