Parto: consigli utili per scegliere l’ospedale

Come scegliere l'ospedale e perché. Prima di decidere dove partorite, andate a visitare gli ospedali di zona e fate domande ben precise.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 16 settembre 2010

Parto: consigli utili per scegliere l’ospedale

Ci sono delle cose che tutte le mamme in attesa si chiedono, come sarà, farà male oppure cosa si prova a tenerlo in braccio? Oggi parliamo della scelta dell’ospedale, perché oltre all’aspetto romantico è importante anche valutare bene la struttura. Prima del ricovero conviene visitare gli ospedali di zona e chiedere informazioni. Potete anche domandare di visitare la sala parto e la sala travaglio e quali metodi vengono utilizzati. È importante sapere se c’è una sala per il parto in acqua, i medici sono a favore dell’epidurale, insomma tutto ciò che possa servirvi.

Il mio consiglio è quello di farvi aiutare dal vostro ginecologo. Per quanto riguarda il reparto di maternità, deve trovarsi in una zona appartata e le camere di degenza devono essere vicine al nido. Mentre le camere, a seconda della struttura, possono essere singole o a più letti. Se volete star da sole, vi conviene chiedere. Magari c’è un servizio solventi.

Ricordatevi che un ospedale non è un albergo e che è fondamentale essere rispettosi del luogo, prima di tutto perché oltre a voi e al vostro momento di gioia, ci sono anche tante persone che stanno soffrendo.

Rispettate gli orari di visita. Fatelo presenti ai parenti e agli amici. Se siete in camera con più persone, dovete rendervi conto che a qualcuno potrebbe dare fastidio. Di solito una persona scelta dalla mamma, che potrebbe essere il papà, ha dei permessi speciali per entrare e uscire dalla struttura. Ultima cosa, valutate anche il rooming in.