Obesità infantile: il grasso rende pigri i bambini

E' il grasso che rende pigri i bambini e non il contrario: ecco il risultati di una ricerca britannica.

Pubblicato da Francesca Bottini Lunedì 12 luglio 2010

Obesità infantile: il grasso rende pigri i bambini

Una recente ricerca britannica smonta la tesi per cui i bambini pigri sarebbero più portati ad ingrassare. In realtà come spiegano gli studiosi sarebbe proprio il contrario ovvero il sovrappeso che renderebbe i bambini più pigri. La correlazione tra pigrizia obesità è stata capovolta del EarlyBird Diabetes Study condotto su 200 bimbi per 11 anni. E’ il grasso in eccesso che rende i bambini timidi, pigri e senza voglia di fare alcun tipo di attività fisica.

“Intorno ai 7 anni, per ogni 10% di grasso corporeo di troppo, l`attività fisica si riduce di 4 minuti al giorno“, spiega Terry Wilkin, autore dello studio pubblicato su Archives of Disease in Childhood che continua: “Possono sembrare pochi ma sommati per anni diventano importanti”.

Da non sottovalutare che i bambini in sovrappeso si rifiutano di partecipare agli sport di gruppo anche per vergogna. Prima di spingerli a praticare uno sport, bisogna quindi agire a livello alimentare: ancora troppe mamme credono che il grasso in eccesso in un bambino sia sintomo di benessere non accorgendosi che in realtà l’obesità è dietro l’angolo!

“Attualmente gli adolescenti impegnano poco meno di un`ora nell`attività fisica e le ragazze circa 45 minuti al giorno”, sottolinea ancora Wilkin, che sottolinea anche l’importanza di un’educazione al movimento e alimentare fin dalla prima infanzia.