Nuovo test per diagnosticare difetti cardiaci congeniti nei bambini

I piccoli hanno qualche possibilità in più di ricevere una diagnosi tempestiva che svela difetti cardiaci grazie a un test che misura il livello di ossigeno nel sangue

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 7 agosto 2011

Nuovo test per diagnosticare difetti cardiaci congeniti nei bambini

Si possono verificare i difetti congeniti nei bambini grazie a un nuovo test, rapido e al tempo stesso economico. Quest’esame sarà molto utile soprattutto nei bimbi che non hanno ancora ricevuto una diagnosi. I ricercatori della British Heart Foundation hanno scoperto che per avere una valutazione clinica affidabile si possono utilizzare dei pulsossimetri per rilevare i livelli di ossigeno nel sangue. Se i livelli risultano troppo bassi, o eccessivamente differenti tra le mani e i piedi, è importante indagare perché potrebbero esserci delle gravi anomalie.

Per adesso certi difetti sono sempre stati diagnosticati tramite ecografia durante la gravidanza o auscultando il cuore dopo la nascita. Il nuovo test, in combinazione con i metodi tradizionali, ha rilevato dati certi nel 92% dei casi. “In questo modo renderemo più efficaci le procedure di controllo già esistenti, e probabilmente riusciremo a identificare prima e meglio i casi critici di difetti cardiaci congeniti nei neonati”, ha spiegato Andrew Ewer, ricercatore presso l’Ospedale di Birmingham.