Nomi maschili inglesi: i più belli, i più usati, i più corti

Perché i nomi maschili inglesi sono sempre più diffusi anche in Italia e quali sono i più belli e i più usati? Scopriamolo

da , il

    Nomi maschili inglesi: i più belli, i più usati, i più corti

    I nomi maschili inglesi si stanno diffondendo a macchia d’olio in Italia, complice il fatto che questa lingua è ormai parlata in tutto il mondo e molti termini sono entrati a far parte del vocabolario quotidiano. Vale appunto anche per i nomi di persona che, rispetto a un tempo, sono molto diffusi, alcuni persino comuni. Ma perché i nomi inglesi piacciono tanto? Forse perché particolari rispetto alla versione italiana e per la loro inconfondibile modernità, senza contare l’influenza delle celebrities che sempre più spesso, anche in Italia, danno ai propri figli nomi americani.

    Corti, moderni, particolari, i nomi inglesi sono a tal punto utilizzati dagli italiani, che, stando alle ultime statistiche, su 50 nomi di bambini almeno 4 sono di origine americana o genericamente anglosassone. Scopriamo allora i nomi maschili inglesi più usati e quelli più belli da scegliere per un maschietto in arrivo.

    Nomi maschili inglesi più diffusi in Italia

    Non sono solo i vip a scegliere nomi maschili inglesi: anche le persone comuni sono sempre più propense a chiamare i figli in modo alternativo, perché l’inglese fa tanto internazionale… e piace! Ma quali sono i nomi inglesi più amati in Italia? Ecco i nomi maschili inglesi che conquistano le famiglie italiane!

    • Michael: corrispondente inglese di Michele che significa “Chi è come Dio?”.
    • David: è uno dei nomi maschili inglesi più diffusi in Italia, corrisponde a Davide e deriva dall’ebraico, con significato di “amato, prediletto”.
    • Dylan: di origine gaelica, è un nome inglese di grande successo. Significa “mare” e negli Stati Uniti è usato sia per i maschi che per le femmine.
    • Justin: corrispondente inglese di Giustiniano, significa “colui che è conforme alla legge”. Corrisponde al nome italiano di Giustino.
    • Thomas o Tom: significa letteralmente “gemello”. Corrisponde al nome italiano di Tommaso.
    • Adam: fa riferimento al nome di Adamo.
    • Walter: pur essendo di origini germaniche è diffuso in Gran Bretagna e significa “comandante dell’esercito”.
    • Jack: è un nome inglese che significa “Dio ha avuto misericordia”. Corrisponde a Giacomo in italiano.
    • Harry: classico nome inglese, si è diffuso soprattutto grazie a Harry Potter, protagonista della omonima saga fantasy di J.K Rowling e grazie al principe Harry, secondogenito di Lady Diana.
    • James: è la variante inglese dei nomi italiani Giacobbe e Giacomo, l’origine quindi è ebraica e significa “seguace di Dio” ma è molto diffuso nei Paesi anglofoni e negli USA in particolare.

    Altri nomi maschili inglesi da cui trarre ispirazione se siete ancora indecisi sul da farsi e il maschietto di casa è in arrivo! Internazionali, moderni o dal tocco vintage, sono:

    • Logan: classico nome inglese, deriva dallo scozzese e significa “piccola conca”.
    • Lewis: variante di Luigi, significa “guerriero illustre”.
    • Finley: Variante inglese del nome gaelico Fionnlagh, significa “guerriero dalla carnagione chiara”.
    • Morris: è la variante inglese di Maurizio e significa “nativo o abitante della Mauritania”.
    • Edward: è uno dei nomi maschili inglesi più classici, di origine anglosassone significa “difensore della ricchezza”. Corrisponde all’italiano Edoardo che, in Italia, si festeggia il 5 gennaio.
    • Oliver: di origine normanna, significa “esercito di folletti”.
    • Oscar: derivante dal tedesco Oskar, è diffuso anche in Gran Bretagna e significa “guerriero di Dio”.
    • Ralph: abbreviazione di Raphael, significa “guarire”, è un nome molto diffuso negli Stati Uniti. In italiano corrisponde a Raffaele.
    • Robert: corrispondente inglese di Roberto, significa “splendente di gioia”.
    • Sebastian: significa “uomo illustre”. In italiano è tradotto con Sebastiano.
    • Steven: utilizzato anche nella forma abbreviata “Steve”, significa “corona, ghirlanda”. Corrisponde al nome italiano di Stefano.
    • Theo: è il corrispondente inglese di Teo o Matteo e ha un significato incerto ma riconducibile a Dio.
    • Mark: deriva dal latino marcus e significa “dedicato a Marte”, come l’italiano Marco. È uno dei nomi maschili più diffusi in America.
    • Ian: è una variante di Giovanni e significa “dono del Signore”. È un nome di origine ebraica molto diffuso nei Paesi anglofoni.
    • Vincent: è la variante inglese di Vincenzo che significa “vincere”.

    Nomi maschili inglesi corti

    I nomi maschili inglesi belli spesso sono scelti perché, essendo piuttosto corti, sono più semplici da pronunciare e anche più freschi e moderni. Eccone alcuni che non superano le 5 lettere (tenendo sempre presente che nella pronuncia sembreranno ancora più corti):

    • Aiden: è uno dei nomi inglesi più diffusi di sempre, variante dell’irlandese Aidan è tra i nomi più scelti negli USA.
    • Alfie: forma breve di Alfred, è un nome di origine inglese che ha a che fare con il mondo degli elfi e dei folletti.
    • Bill: significa forse “elmo della volontà”.
    • Ben: diminutivo di Benjamin, è molto usato anche come nome proprio, soprattutto in Irlanda.
    • Blake: un classico tra i nomi maschili inglesi, è comune negli Stati Uniti.
    • Cal: è un nome derivante dal cognome di John Calvin.
    • Carl: variante inglese di Carlo, significa “forte, potente, coraggioso”. In italiano è Carlo.
    • Craig: deriva da un cognome scozzese, significa “roccia” ed è tra i nomi maschili inglesi più usati.
    • Dean: è uno dei nomi maschili inglesi più tradizionali. Deriva da una parola dell’inglese antico che indicava i sacerdoti.
    • Ethan: nome americano dal grandissimo successo, è di origine ebraica e significa “solidità, fermezza”.
    • Eric: significa “capo onorato” o “che regna per sempre”.
    • Greg: abbreviazione di Gregory, significa “pronto ad agire”. In italiano è Gregorio.
    • Mike: abbreviazione di Michael che significa “chi è uguale a Dio?”.
    • Luke: corrispondente inglese di Luca, significa “luce”.
    • Liam: nome di origine irlandese, nato come diminutivo di William, oggi è molto diffuso in tutti i Paesi anglofoni.
    • Ray: nome che significa “protezione dell’ingegno”.
    • Reed: nome derivante dall’antico inglese che significa “dai capelli rossi”.
    • Rhys: nome di origine scozzese significa “pieno di ardore”.
    • Ron: diminutivo di Ronald, significa “potente nel consigliare”.
    • Rylan: questo curioso nome inglese significa “proveniente dalla terra coltivata a segale”.
    • Russ: significa “piccolo uomo rosso”.

    Nomi maschili inglesi che iniziano con la J

    Tra i nomi maschili inglesi più belli si annoverano quelli che cominciano con la J, da noi in Italia particolarmente ambiti proprio per la loro particolarità di cominciare con una lettera non presente nel nostro alfabeto.

    • Jared: è un nome di origine ebraica che significa “discendenza” o “rosa”.
    • Jason: deriva dal greco e significa “guarire, curare”. Corrisponde a Giasone in italiano.
    • Jake: variante di Jack o Jacob, significa “uomo”. In italiano Giacobbe.
    • Jeff: è il diminutivo di Geoffrey e significa probabilmente “straniero”. Corrisponde a Goffredo in italiano.
    • Jimmy: nome di origine ebraico-aramaica significa “Dio protegge”.
    • John: corrispondente inglese di Giovanni significa “Dono del Signore”.
    • Jasper: significa “tesoriere”.
    • Jay: nome inglese molto popolare, ha origini mitologiche. Deriva infatti da Jason, variante inglese di Giasone, divinità greca.
    • Joseph: corrispondente inglese di “Giuseppe”, significa “Dio accresca”.
    • Joshua: è uno dei nomi inglesi più diffusi, soprattutto in Australia. Ha origini ebraiche e significa “il Signore è la mia salvezza”.
    • Jude: nome derivante da Giuda che significa “onorato”.
    • Julian: derivante forse da Giove, è la variante inglese di Giuliano.
    • Jacob: corrispondente inglese di Giacomo, significa “Dio ha protetto”.

    Nomi maschili inglesi nobili

    E poi ci sono loro, i nomi maschili inglesi nobili, diventati tali perché utilizzati dai sovrani o per via dell’origine altolocata.

    • Henry: significa “forte in patria” o anche “signore”.
    • William: è il nome del Principe di Galles, primogenito di Carlo, e significa “protetto dalla volontà”. Diffuso anche nella forma più familiare Will, anche se dubitiamo che qualcuno all’infuori di Kate (forse) osi appellare così il futuro Re d’Inghilterra.
    • George: primogenito di William e Kate d’Inghilterra, è un nome dalle origini umili, che significa “agricoltore, contadino”.
    • Louis: è il nome del terzogenito di William e Kate d’Inghilterra e significa “illustre combattente”.
    • Timothy: è il nome del marito della principessa Anna che significa “colui che onora Dio”.
    • Charles: è il nome del primogenito della Regina Elisabetta, papà di Henry e William e significa “uomo libero”.
    • Philip: è il Principe di Edimburgo e consorte della regina Elisabetta. Il suo nome vuol dire “colui che ama i cavalli”.
    • Andrew: è il terzogenito della Regina di Inghilterra. Il suo nome significa “forte, virile, coraggioso”.

    Ma se siete convinti tradizionalisti e affezionati ai cari vecchi nomi, qui trovate un bell’elenco di nomi maschili italiani.