Nomi femminili particolari, i più belli senza lettera A e senza la R

I nomi per bambina sono tanti e tutti bellissimi, per questo è facile vivere nel limbo dell'indecisione. Pensate di dare alla piccola in arrivo in famiglia un nome particolare? Lasciate da parte i nomi rari e desueti e scegliete tra i nomi femminili senza la A, o senza la lettera R, che hanno un suono dolce e delicato. Ce ne sono tantissimi, tutti affascinanti e pieni di significato e noi siamo pronti a svelarveli.

Pubblicato da Gaia Magenis Lunedì 2 luglio 2018

Nomi femminili particolari, i più belli senza lettera A e senza la R
Photo by Picsea on Unsplash

Quando si scopre di aspettare una bambina, oltre a fantasticare su abitini e scarpine da comprare, è automatico iniziare a pensare quale nome scegliere per la piccola in arrivo. Giulia, Anna, Margherita: i nomi femminili sono davvero tantissimi e, proprio per questo è facile perdersi tra le mille proposte che ci possono arrivare da amici, famiglia e, perché no, anche dai libri. Proprio per questo, a volte, è bene fermarsi un secondo, fare un bel respiro e ragionare su quei nomi femminili particolari che, in men che non si dica, faranno breccia nel vostro cuore e vi chiariranno le idee per la bimba in arrivo.

Nomi femminili senza la lettera A

Sembra quasi impossibile scegliere un nome senza la lettera A per una bambina eppure ce ne sono diversi che, spesso, sono legati alla tradizione e utilizzati anche ai tempi delle nostre nonne e bisnonne.

Da Irene a Nicole, passando per Giusi e Ester: chi lo dice che solo i nomi maschili non debbano terminare con la A? Qui alcuni esempi.

  • Irene: nome derivante dal greco e significa pace;
  • Ester: nome da bambina di origine ebraico-cristiana e che vuol dire “astro, stella”;
  • Celeste: nome di origine latine, deriva dal termine caelestis che significa “proprio del cielo”;
  • Consuelo: variante di Consolata. Nome di origine latine e legato alla devozione per Maria Santissima della Consolazione;
  • Ilde: abbreviazione di Ildegonda, di origine germanica e vuol dire “grande battaglia”;
  • Ines: anche se è la variante spagnola di Agnese questo nome è molto utilizzato in Italia. Deriva dal greco haghné che vuol dire “puro”;
  • Noemi: nome di origine ebraica che significa “dolcezza, gioia”;
  • Iris: variante multilinque di Iride e spesso utilizzato in Italia, “messaggera” è il suo significato;
  • Selene: nome di derivazione greca dal termine sélas, divinità lunare. Il suo nome significa “splendore”;
  • Giusi: variante di Giuseppe, di origine ebraica e significa “aggiunta da Dio”;
  • Denise: forma francese di Dionisaia, ha origine greche e si “consacrata a Dionisio”;
  • Nicole: variante femminile di Nicola, di origine greca e vuol dire “colei che combatte e vince per il suo popolo”;
  • Egle: nome di derivazione greca e significa “splendente, fuggente”;
  • Ivonne: variante di Ivana che significa “tenace” ed è di origine celtico-anglosassone.

Nomi femminili senza R

Siete alla ricerca di un nome dolce e musicale da dare a una bambina? La vostra scelta, allora, potrebbe ricadere su un nome che non contenga la R al suo interno. Qui abbiamo selezionato i più belli e pieni di significato:

  • Giulia: di origine latina e vuol dire “devota a Giove”;
  • Mia: di origini ebraico-aramaica ed è la variante del più classico Maria che significa “principessa, signora”;
  • Lea: variante dei nomi Lia, Leo e Leone, deriva dal greco e significa “leonessa”;
  • Sofia: nome di origine greca e significa “sapienza, saggezza, conoscenza”;
  • Angela: deriva dal greco “messaggero” ed è legato alla devozione verso gli angeli custodi;
  • Alba: nome di origini etrusca e significa “alba”;
  • Diana: nome latino derivante da dius e vuol dire “luminoso”;
  • Linda: abbreviazione di alcuni nomi germanici come Teodolinda, Adelinda, Linde; il suo significato dipende dal nome di origine ma è legato al nome “popolo”;
  • Flavia: femminile di Flavio e deriva dal latino flavus che significa “biondo”;
  • Stella: nome di derivazione latina e significa “stella”;
  • Daniela: dall’ebraico dani El e significa “giudice divino, eletto da Dio”;
  • Emma: le origini di questo nome sono abbastanza confuse si passa dall’ebraico em “madre” al greco emmainomai “adirata” passando per il tedesco dove significa “operosa, diligente”;
  • Melissa: derivante dal graco, questo nome significa “ape”;
  • Elena: di origine greca, femminile di helenos che significa “la rilucente luce come il sole”;
  • Sonia: versione slava di Sofia e vuol dire “sapienza”.

Nomi femminili che finiscono con la E

O nomi da femmina che finiscono in E sono un classico della lingua italiana: proposte senza tempo che non stancheranno mai anche col passare degli anni. Sono davvero tanti e, a volte, è difficile scegliere, è bene conoscere i più particolari:

  • Adele: di origine tedesca e significa “di nobile aspetto”;
  • Beatrice: è uno dei nomi più amati dagli italiani. Di origine latina, deriva da beatus e vuol “dire colei che fa o rende beati’;
  • Celeste: nome si maschile che femminile, di origine latina e vuol dire “venuto dal cielo”;
  • Alice: incerte le origini del nome, ma la più attendibile è che derivi dal greco Alike cioè “relativa al mare”;
  • Rachele: nome di origine ebraica che significa “pecorella”;
  • Sole: derivante dal sostantivo greco e latino sol e indica la stella madre del sistema solare;
  • Penelope: deriva dal greco pene che significa “tessitrice”;
  • Adelaide: variazione di Adele<;/li>
  • Violante: variante di Iolanda, nome di origine latina e significa “simile alla viola”;
  • Irene: nome di origine greca, significa “pace” e deriva dalla dea stessa della pace;
  • Cloe: derivante dal greco Chloe e attribuito alla dea della natura Demetra. Il suo significato è “erba tenera e verde”;
  • Zoe: deriva dall’omonima parola greca che significa “vita” ed è uno dei pochi nomi antichi che non sono stati modificati negli anni;
  • Iole: presente in Italia anche nella versioni Jole e Yole, deriva dal greco e il suo significato è “viola”.