Neonati: lo zucchero non toglie la sensazione di dolore

Lo zucchero ai bambini non serve a togliere il dolore. Si è sempre credo potesse aiutare, invece l'effetto non ha nulla a che vedere con il male

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 3 settembre 2010

È il classico rimedio della nonna, ma c’è una novità: dare lo zucchero ai bambini non dà sollievo nei casi di dolore. Nonostante ciò si è sempre fatto, serve a rendere un po’ più dolce la vita. Insomma, la stessa Mary Poppins cantava “con un poco di zucchero la pillola va giù”. Invece si commette un errore perché, se dare del saccarosio ai bambini per lenire il dolore è pratica comune, in particolare con i neonati, secondo uno studio commissionato dal Medical Research Council non sarebbe necessario perché si ottiene solo un effetto che di certo non ha nulla a che vedere con il male.

Questo nuovo studio è stato realizzato su 59 neonati cui è stata praticata l’incisione del tallone come procedura standard per il prelievo di un campione di sangue. Non sono stati torturati, nei neonati è abbastanza un classico e si tratta di una foratura dolorosa.

Come si fa a eliminare il male? Si dà un pochino di zucchero e così è stato fatto. Risultato? È stato verificato che ha soltanto l’effetto di modificare le espressioni del viso dando un’immagine un po’ più serena, ma non è vero che il dolore era diminuito.

I parametri dell’attività cerebrale hanno dimostrato che la somministrazione di saccarosio non ha dato alcun effetto. C’è comunque una sorta di reazione placebo, perché lo zucchero è sempre un dolcetto molto gradito.