Neonati: cos’è la fontanella e perché importante

La fontanella, ovvero quelle fessure fisiologiche che permettono alla testolina del neonato di attraversare il canale del parto senza traumi. Il pediatra ne controlla l’evoluzione.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Lunedì 13 settembre 2010

Neonati: cos’è la fontanella e perché importante

La “fontanella” è uno spazio che si trova tra le ossa della testolina del bambino appena nato ed è del tutto normale. E’ uno dei fattori che il pediatra deve controllare durante ogni visita almeno fino ai 18 mesi, epoca in cui, questa fisiologica fessura in genere tende a chiudersi. Le ossa del cranio infatti, al momento della nascita non sono tutte saldate, questo per permettere un passaggio più semplice nel canale del parto. In realtà le fontanelle (ovvero gli spazi) sono in tutto 6/8, anche se le principali fessure sono 2 e si trovano lungo la linea mediana della testa.

Sotto la cute, al tatto, non si sente l’ossatura, ma una struttura morbida, fibrosa. Mi ha sempre fatto un po’ paura toccare la parte, ma solo in modo irrazionale. Di fatto questa membrana è perfettamente resistente ad ogni contatto.

Delle due fessure più importanti, quella posteriore impiega 6 o 8 settimane al massimo per chiudersi. La fontanella anteriore che ha misure diverse in ogni bambino, ma in media misura 2 cm x 2 cm si salda tra i 6 ed i 20 mesi.

Alterazioni nei tempi di queste normali evoluzioni, possono essere sintomo di qualche problema, ecco perché il medico di vostro figlio analizza sempre la parte.

Se infatti lo spazio si chiude troppo presto, possiamo essere in presenza di una craniostenosi, cioè una patologia che è caratterizzata dalle piccole dimensioni del cranio (microencefalia).

In questo caso va verificata anche la circonferenza cranica, per valutare che la testa del neonato abbia uno sviluppo nella norma.

Non vi preoccupate però se vedete il dottore fare tale pratica: è normale anche questa, serve per controllare la crescita fisiologica del bambino, nella sua interezza, insieme cioè al peso e alla lunghezza.

Se invece la fontanella anteriore non si chiude entro i tempi prestabiliti, c’è il rischio di altre importanti malattie, ma si tratta di casi veramente rari.

State tranquille comunque amiche mamme, perché si tratta di controlli che si effettuano di routine e che potete fare anche voi da sole. Se avete dubbi ed ansie parlatene direttamente con il vostro pediatra. Saprà spiegarvi bene le cose e tranquillizzarvi.