Neonati: aumentate del 5-10% le loro misure negli ultimi 30 anni

da , il

    Neonati: aumentate del 5-10% le loro misure negli ultimi 30 anni

    Neonati sempre più grandi e forti, ci dicono i dati relativi alle tavole biometriche che ne misurano crescita in peso e lunghezza. I numero parlano chiaro, nell’arco di 30 anni i bebè italiani sono cresciuti del 5-10%, come conferma Claudio Giorlandino, presidente del Sidip (Società Italiana di Diagnosi Prenatale e di Medicina Materno-Fetale): “In 30 anni è cambiata la fisionomia dei feti nelle ultime settimane di gestazione e dei nascituri: si rileva un +5-10% di crescita sia per lunghezza che per peso e di solito i maschi sono più grandi delle femmine. Una tendenza comune in tutta Europa”.

    Tanto per fornire qualche cifra esemplificativa, se nel 1977 il peso di un bebè alla nascita era, in media, di 3,5 Kg, nel 2007 si è arrivati ai 3,8 Kilogrammi. Proprio per aggiornare le tabelle biometriche, tarate su parametri ormai superati, la Sidip ha creato nuove tavole basandosi sullo studio delle misure di 5000 feti di mamme con gravidanza “a basso rischio”.

    Un lavoro accurato, pubblicato sulla rivista specializzata Journal of Prenatal Medicine, che fa parte di un “processo di valutazione biometrica e statistica che continua ad essere aggiornato, con l’obiettivo di produrre, ogni 6 mesi-1 anno, nuove curve sempre più accurate con l’aumentare della numerosità del campione”, spiega Giorlandino. Per una maggiore accuratezza dei dati, inoltre, la Sidip si è avvalsa della tecnologia informatica, programmando appositi software che effettuano misurazioni incrociate costantemente aggiornate grazie a calcoli algoritmici.

    Le nuove tavole biometriche sono già in uso in molti reparti di ostetricia e neonatologia e a breve dovrebbero sostituire completamente quelle vecchie. Tra l’altro, misurazioni sempre più accurate del feto prima della nascita, sono determinanti per “riconoscere un’anomalia nella crescita fetale e fornire tempestivamente la più adeguata assistenza prenatale”. Sottolinea il dott. Giorlandino. Basandosi sui nuovi parametri risulteranno perfettamente a norma bebè che, misurati secondo le vecchie tabelle biometriche, verrebbero invece giudicati fuori “misura”.