Muoiono sempre meno neonati nel mondo

I nuovi dati Oms dimostrano che nel mondo muoiono sempre meno bambini: sono ottimi risultati, ma non bastano, soprattutto in Africa dove ci sono ancora troppi decessi.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 5 settembre 2011

Muoiono sempre meno neonati nel mondo

Questa è proprio una bella notizia: nel mondo muoiono sempre meno neonati. A diffondere i nuovi dati è uno studio condotto dall’Organizzazione mondiale della sanità, da Save the children e dalla London School of Hygiene and Tropical Medicine. Dall’indagine, è emerso che i piccoli morti nel primo mese di vita sono calati dai 4,6 milioni del 1990 ai 3,3 milioni del 2009. Sono comunque ancora tanti quelli che non superano le prime 4 settimane. Teniamo, però, conto che il 99% di questi bambini vede la luce in Paesi ancora in via di sviluppo, dove spesso manca l’adeguata assistenza medica. Quali sono le cause principali di morte neonatale?

Secondo la ricerca, in testa c’è il parto pretermine (29%), seguito dall’ asfissia (23%) e dalle infezioni, come sepsi o polmonite (25%). Purtroppo nonostante i dati siano positivi, l’Oms sostiene che i progressi siano troppo lenti, soprattutto in Africa. “ I maggiori investimenti fatti sulla salute materno-infantile negli ultimi dieci anni, sulla scorta degli obiettivi del Millennio, hanno comunque contribuito a migliorare la sopravvivenza delle madri (2,3% all’anno) e dei bambini sotto i 5 anni (2,1% all’anno). Meno per i neonati (1,7% all’anno)”, fanno sapere dall’organizzazione.