Micosi e funghi della pelle nei bambini: cause, sintomi e cura

Le micosi e i funghi della pelle nei bambini sono molto diffusi durante la stagione e stiva. Ecco quali sono le cause, i sintomi e la cura per ognuna.

Pubblicato da Giulia De Rosa Giovedì 30 giugno 2016

Micosi e funghi della pelle nei bambini: cause, sintomi e cura

Le micosi e i funghi della pelle nei bambini sono molto più frequenti in estate, a causa del caldo, della sudorazione e della frequentazione di piscine e luoghi pubblici. Le micosi non sono altro che dei piccoli microrganismi, chiamati fughi, che sono la causa delle infezioni della pelle. Vengono classificati in due grandi gruppi: i lieviti, che abitano nell’organismo umano e possono comparire in seguito a un calo delle difese immunitarie, come la candida, che dà origine al mughetto e alla dermatite da pannolino; e le tigne, che si nutrono della cheratina, la proteina principale della cute e del capello. Scopriamo nel dettaglio quali sono le cause, i sintomi e la cura per i principali tipi di funghi, così diffusi durante la bella stagione.

Dermatiti da pannolino

dermatite pannolino
La dermatite da pannolino solitamente non è di origine micotica ma è causata dall’irritazione della pelle in seguito al contatto prolungato con feci e urine. Tuttavia, in alcuni casi, la dermatite da pannolino può essere causata da micosi. In questo caso i sintomi sono un forte arrossamento di alcune zone della pelle, e in particolare l’inguine e l’ano. Viene curata con una crema antibiotica, prescritta dal pediatra.

Micosi dell’unghia

micosi unghia
La micosi dell’unghia non è molto diffusa fra i bambini. Si contrae frequentando zone umide o indossando calzature non traspiranti. I sintomi sono principalmente l’ingiallimento dell’unghia, che appare più gonfia e irritata. La cura richiede del tempo: si tratta di una terapia topica a base di smalti antimicotici, da utilizzare per almeno 3 mesi.

Mughetto

mughetto
Il mughetto è un fungo che colpisce i neonati. Si presenta come una patina bianca sulla lingua e sul palato e arrossamenti nel resto della bocca. Per curarla, è necessario recarsi dal pediatra, che valuterà la situazione e l’età del bambino, prescrivendogli la cura più adatta. Solitamente vengono prescritti farmaci per la mucosa orale, che non vengono assorbiti dal lattante.

Tigne

tigne
Le tigne sono dei funghi che si nutrono della cheratina e colpiscono il cuoio capelluto e la pelle. Hanno forma circolare, con bordo rosso e interno bianco. Causano prurito e, se non trattati, anche la perdita dei capelli nella zona colpita. Si curano con un trattamento con un antimicotico per bocca: in genere si adopera griseofulvina, che va usato per almeno 3 settimane.

Prevenzione

prevenzione
Durante la bella stagione, è importante adottare delle buone abitudini, per prevenire i funghi e le micosi.
Evitare un uso eccessivo di antibiotici, che indeboliscono il sistema immunitario, rendendolo più soggetto alle infezioni; limitare l’uso di oggetti comuni come fontanelle, bagni, asciugamani,..;evitare il contatto con animali randagi; cambiare calzature spesso o preferendo quelle aperte e traspiranti; asciugarsi bene dopo essere usciti dalla piscina.