Merenda facile bambini: pane e uva!

Due semplici ricette per la merenda dei bambini a base di uva e pane casereccio. L'uva è un frutto nutriente, goloso ed estremamente digeribile, ricco di vitamine e sali minerali.

Pubblicato da Paola Perria Domenica 12 settembre 2010

Settembre, mese di scuola, e mese di raccolta del frutto più mediterraneo che esista: l’uva! Naturalmente non ci interessa, in questa sede, parlarvi di vendemmia e di vino, la nostra attenzione si focalizza proprio sui grappoli, e sulla loro infinita bontà. Nessuno, adulto o bambino che sia, è in grado si resistere alla golosità di questo frutto così bello da vedere quanto delizioso da sgranocchiare, acino dopo acino. L’uva, al di là del suo potente valore simbolico e immaginifico, al di là della sua importanza economica per un paese produttore di vini eccellenti come l’Italia, è un meraviglioso dono del clima mediterraneo, prezioso per l’alimentazione dei bimbi.

Che sia bianca, nera o rossa, i bambini ne vanno matti, perchè l’uva è estremamente zuccherina e digeribile, ma è anche piena di vitamine e minerali importantissimi per la crescita dei vostri figli ed ha un alto valore nutritivo. Via libera, dunque, a questo ottimo frutto anche per la merenda quotidiana dei vostri pargoli. Oggi vi propongo due ricette facili facili, a base di uva e pane, che realizzerete al volo e che saranno super gradite!

Crostini di uva bianca:
Prendete un bel grappolo di uva bianca (L’uva Italia andrà benissimo), staccate un bel po’ di acini e tagliateli a rondelle dopo averli privati sei semini. Intanto, fate tostare delle fette di buon pane casereccio. Quando saranno pronte e croccanti, spalmateci sopra del formaggio molle, tipo Fiorello, o, in alternativa, della ricotta vaccina. A questo punto potrete terminare la preparazione adagiando sopra il pane le rondelle di uva bianca. Eventualmente non siate riusciti a recuperare dell’uva sufficientemente dolce potreste aggiungere un po’ di zucchero al formaggio o alla ricotta, ma io consiglio di non esagerare. Vi assicuro che la bontà di questa merenda sta proprio nella sua genuinità e semplicità.

Pane e composta di uva nera:
Procuratevi dell’ottima uva nera, staccate gli acini dal grappolo, tagliateli in due e privateli dei semini. Mettete la frutta in un pentolino antiaderente, aggiungete un po’ di zucchero e mettete sul fuoco. Mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno per evitare che si attacchi tutto, fate cuocere finchè il composto non diventi cremoso. Quando la vostra composta di uva nera sarà pronta, lasciatela intiepidire un po’ e poi spalmatela su fette di pane casereccio. Anche questa merenda riscuoterà sicuro successo!