Marionette da dito fai da te: come realizzarle [FOTO]

Ecco qualche consiglio utile per capire come realizzare delle marionette da dito fai da te davvero originali.

Pubblicato da Camilla Buffoli Martedì 15 settembre 2015

Marionette da dito fai da te, un vero must del divertimento per i più piccoli, facilmente realizzabili anche a casa, con poco materiale, anche da recupero, un po’ di fantasia e tanta creatività. Si possono creare forme e personaggi di ogni genere, per dar vita a storie e favole, percorsi divertenti e giochi appassionanti da fare con tutta la famiglia. Ecco come realizzarle, qualche consiglio utile per dare vita marionette da dito da veri intenditori.

Se è vero che si possono realizzare marionette di diverse forme e colori, sembianze, dimensioni e fattezze, è altrettanto vero che per farlo si possono scegliere materiali differenti. Il più gettonato, sia perché è economico e facilmente reperibile, sia perché è semplice da lavorare e cucire, è sicuramente il feltro o pannolenci. Ma si può optare anche per il cartoncino e la carta, il peluche e molto altro. Le più pratiche del genere, quelle che hanno dimestichezza con ferri e fili, che amano sferruzzare, possono, per esempio, creare delle splendide marionette da dito tricot, lavorando la maglia.

Le alternative più facili sono il feltro e il cartoncino. In entrambi i casi, basta scegliere il materiale del colore preferito, tracciarvi sopra i contorni della figura del personaggio da realizzare, ritagliarlo in due versioni e il gioco è quasi fatto. Una volta pronta la sagoma del disegno della marionetta in duplice copia, non resta che fissarne i contorni, lasciando libero ovviamente quello inferiore per infilare il dito. I contorni possono essere fissati con ago e filo, se il materiale scelto è il feltro, o con un po’ di colla vinilica se si è optato per la carta o il cartoncino.

A questo punto la base delle marionette da dito fai da te è pronta, non resta che passare ai dettagli e agli accessori vari: se sono a forma di animaletti o persone, per esempio, si disegnano i vari particolari, come occhi o baffi, capelli o orecchie, utilizzando i pennarelli o – se si vuole fare un lavoro ancora più completo e dettagliato – incollando i pezzi ritagliati di cartoncino o feltro magari in altri colori. Per aggiungere un ulteriore tocco di creatività, poi, si possono applicare altri dettagli realizzati in altri materiali, come i capelli simulati con piccoli fili di lana o cotone, per esempio, ma anche gonne, pantaloni o altri vestiti confezionati in miniatura sfruttando ritagli di stoffa, nastri o fettucce.

Quando anche l’ultimo dettaglio è stato applicato, basta indossare le marionette sulle dita e cominciare lo spettacolo per i più piccoli.