Mamma ritira la figlia da scuola perché la maestra è una Miss

da , il

    Mamma ritira la figlia da scuola perché la maestra è una Miss

    Proporre la bellezza come unico valore non è certe educativo, ma essere belle non deve e non può essere una colpa. Eppure noi genitori spesso cadiamo nell’errore di essere un po’ troppo estremi: c’è chi iscrive i bambini, ancora in fasce ai concorsi di bellezza, e chi non può sopportare neanche la parola Miss. Una mamma ha scoperto che fra gli insegnanti della figlia, c’è anche una Miss, Ileana Tacconelli, ex reginetta dell’Abruzzo. È scattata subito la protesta dal rettore e non riuscendo a coinvolgere gli altri genitori ha deciso di ritirare da scuola la figlia.

    Tutto questo è accaduto al collegio San Carlo, la famosa scuola borghese della città di Milano. Ora ci si domanda, la mamma ha fatto bene oppure no? Se non avessi saputo quale fosse la scuola, avrei detto che ha fatto male, ma sapendo che il San Carlo è un istituto che oltre alla cultura sposa la moda, qualche dubbio mi è venuto.

    Resta il fatto che la mamma ha esagerato e che i genitori spesso tendono a voler sostituire la propria capacità decisionale a quella della scuola, delle istituzioni, ecc. Un tempo la maestra aveva sempre ragioni, oggi mai. Perché?

    Bisogna poi porsi un’altra questione. Ma le donne belle non possono essere anche colte e professionali? Chi l’ha detto che una ex Miss non possa avere i numeri per essere una buona educatrice? Ciò che assurdo è che proprio noi donne non siamo in grado di insegnare alle nostre figlie un po’ di solidarietà femminile. Ricordiamo, che esistono figure provenienti dal mondo dello spettacolo che sono arrivate in politica, come Ronald Reagan, Arnold Schwarzenegger, in Italia Luca Barbareschi, Gabriella Carlucci, Iva Zanicchi e la ministra Mara Carfagna.